advertisement

Ankara, cosa fare e cosa vedere

dove si trova ankara
advertisement

Ankara è la capitale della Turchia ed è il questa città che confluiscono la cultura occidentale e quella orientale. Il nome deriva da Anchira, in turco ancora, e proprio al nome è legata una leggenda secondo cui il Re Mida, trovando un ancora nei pressi della città e credendola dell’Arca di Noè, fondò una città sul colle così come richiesto da Dio

. È nel 1923 che Ankara, dopo un lungo valzer di storia e tradizione, divenne capitale turca. Oggi è una città popolosa e meta privilegiata di turisti provenienti da tutto il mondo. Il luogo offre cultura, storia e una vivace cultura gastronomica. Ecco tutto ciò che bisogna sapere e non bisogna perdere se si è intenzionati a visitare Ankara.

Dove si trova Ankara

Ankara, anticamente Angora, è la capitale della Turchia e conta oggi una popolosità da capogiro: ben 5 milioni di abitanti. Il luogo si estende sull’altopiano anatolico a 900 metri circa sul livello del mare.

È una città sede del parlamento turco e il vantaggio dell’ubicazione è che si tratta di una città strategica, crocevia per la rete autostradale e ferroviaria. La città di Ankara si trova in una delle zone più secche della Turchia e si distingue per il clima continentale, con inverni freddi ed estati calde e secche. La città è circondata da steppe ed è percorsa dal fiume Ankara.

Cosa vedere a Ankara

La capitale turca offre oggi una serie di scenari mozzafiato tra bellezze paesaggistiche e storia. Il luogo è una delle mete privilegiati di turisti provenienti da tutto il mondo per le numerose attrattive. Si tratta non solo di un luogo pregno di influenze culturali e storia, ricco di musei e dalla vivace tradizione ma è anche un posto energico che vanta un’attiva movida serale e un copioso numero di locali e negozi eleganti.

Passeggiare per le strade della Cittadella

Chiunque abbia visitato Ankara concorda nel confermare che le strade della Cittadella sono il luogo ideale per la passeggiata inaugurale. In quest’area è decisiva l’influenza storica turca e all’interno del quartiere, infatti, si ergono palazzi in stile ottomano realizzati con tipici elementi in legno dipinti di blu.

Il luogo offre una suggestivo panorama sulla città che permette di assaporare in una sola occhiata la maestosità del luogo.

Museo delle Civiltà Anatoliche

Per gli amanti della storia Ankara è un vero e proprio paradiso. La città, infatti, trasuda storicità e influenze culturali a ogni angolo e offre il Museo delle Civiltà Anatoliche, un museo archeologico all’interno del quale è possibile ammirare opere risalenti al Neolitico, Paleolitico, Enoelitico e all’Età del Bronzo.

Il museo si raggiunge facilmente se si parte dalla Cittadella ed è ubicato in uno dei palazzo storici della città risalenti al XV secolo.

Moschea Kocatepe di Ankara

Uno dei luoghi di culto di maggiore interesse è la Moschea Kocatepe. Si tratta di un’imponente costruzione del 1987 che oggi costituisce una delle più grandi moschee al mondo, si basti pensare che al suo interno può accogliere ben 15mila fedeli. Lo stile è ottomano e riporta i tratti tipici del luogo. All’interno si fondono marmo, piastrelle geometriche e vetro, per un aspetto moderno e accogliente.

L’estetica è molto simile alla Moschea Blu di Istanbul. All’interno è possibile accedervi solo indossando il velo o il caffetano. È infatti necessario rispettare le usanze di Ankara per i luoghi di culto.

Torre Atakule

Le vedute dall’alto della città offrono scorci mozzafiato che è importante non perdersi ad Ankara. Atakule è la torre più alta del luogo e simboleggia la modernità. Questa fu edificata su una collina ed è alta ben 125 metri. Si tratta di una costruzione imponente che domina sulla città e ospita una serie di locali e ristoranti da cui è possibile ammirare il luogo.

Stazione sciistica di Elmadag

La Turchia offre numerose attrattive per grandi e piccini e tra queste non può non essere annoverata la stazione sciistica di Elmadag. Si tratta di un comprensorio sciistico presente nell’Anatolia Centrale che offre ben 1,5 km di piste per sci e snowboard. È una stazione che si sviluppa a un’altitudine di 1.800/1.900 metri e rappresenta tra le attrazioni di maggiore successo invernale ad Ankara.

Watercity Aquapark Club

Un altro luogo dal divertimento assicurato è il parco acquatico turco Watercity. Si tratta di un club gratuito da non perdere, corredato da giochi e attrazioni per tutta la famiglia. È un parco che si estende per una superficie molto vasta e offre numerose attività all’aperto che aiutano a combattere la calura estiva. Oltre ai giochi acquatici, sono presenti una serie di spazi verdi nei quali passeggiare e locali dove poter sostare con tutta la famiglia. È il posto ideale per trascorrere intere giornate ad Ankara senza mai annoiarsi.

Cosa fare a Ankara

Anche se la vita notturna può creare qualche perplessità o timore per i non conoscitori del luogo, è importante scongiurare subito una cosa: Ankara è una città notturna, dalla vivacità mondana e non pericolosa.

La movida è tutta a Tunali, il posto dove si concentrano i locali più chic e le numerose discoteche della città. A Tunali è possibile non solo andare ballare ma anche prendere parte a eventi e spettacoli dal vivo.

Cosa fare con i bambini a Ankara

Ankara offre le sue migliori vesti non solo a coppie e comitive ma anche a intere famiglie con bambini. Gli spazi ampi non mancano e con i bambini è possibile passeggiare tra le caratteristiche vie della città e giocare negli immensi parchi attrezzati.

Tra i più importanti c’è Genclik Parki e il Luna Park Kurtulus. Questo ha al suo interno una pista di pattinaggio sul ghiaccio e un giardino botanico.

Cosa mangiare a Ankara

Visitare Ankara e non concedersi un percorso gastronomico nella gastronomia turca è fuori discussione. La cucina tipica è ricca di sapori decisi e ben distanti da quelli italiani ed è quindi importante non lasciarsi sfuggire l’occasione di un percorso multisensoriale tra tortini salati come i börek, quelli ripieni di patate e formaggio e i tortellini turchi.

Ci sono poi dei piatti tipici ben lontani dalla nostra tradizione che vale la pena assaggiare, come la Çorba o zuppa di lenticchie rosse, un alimento spesso condito con il limone e particolarmente apprezzato durante il periodo invernale. Il kebab, una pietanza d’obbligo per chi è in vacanza in Turchia.

La carne d’agnello o di pollo marinato con le spezie, infatti, creano un numero infinito di combinazioni da gustare. Lo street food è immancabile in Turchia e a regnare nei locali è il pide, una sorta di pizza modellata a forma di barchetta e farcita in numerosi modi.

Come arrivare a Ankara

Se la pianificazione del viaggio in Turchia è alle porte, allora è bene organizzare il tragitto e capire quale sia il modo più comodo per arrivare a destinazione. Ankara è raggiungibile in aereo da qualsiasi stato e l’aeroporto è quello internazionale di Esenboğa. Si tratta di un aeroporto sito a 30 km dalla città che è peraltro collegato con numerosi mezzi di trasporto puntuali ed efficienti. Il trasporto pubblico è, infatti, una perla rara di funzionalità.

È possibile raggiungere Ankara partendo anche da un’altra città turca e facendo affidamento sugli autobus extraurbani del luogo. Un’altra possibilità è offerta dal treno, se per esempio si parte da Istambul è possibile raggiungere Ankara in sole 6 ore. Il treno veloce è oggi una delle alternative più comode e maggiormente scelte per attraversare i luoghi turchi di maggiore interesse.

Eventi a Ankara

Ankara è una città di arte e passione, giochi e divertimento, storia e cultura. È un luogo nel quale confluiscono tutti i desideri ed è ricca di attività. La città offre una serie di fiere che si distribuiscono durante tutto l’anno e spaziano dall’esposizione dell’arredamento, alla cultura artistica, al benessere, al tech.

Gli eventi non si possono riassumere ma è importante sapere che, anche senza alcuna pianificazione, ci sono altissime probabilità di arrivare in città e trovare un evento in corso al quale poter prendere parte.

Quando andare a Ankara

Anche se la Turchia offre scorci paesaggistici mozzafiato sia in inverno sia in estate, è preferibile scoprirla nei mesi tiepidi ed estivi. Da maggio a settembre, infatti, è presente una temperatura piacevole che può raggiungere una vetta massima di 30°C mentre in inverno la più bassa registra circa 4°C.

Cosa vedere nei dintorni di Ankara

Ankara di per sé offre numerose attrattive e durante il viaggio quasi non si avverte la necessità di uscire fuori dalla città. C’è da dire però che una volta sul posto la Turchia richiama una serie di viaggi nei dintorni che sarebbe meglio non escludere. Per poter rivivere la storia dell’Anatolia non è necessario allontanarsi molto da Ankara.

A non molta distanza è disponibile il sito archeologico frigio di Gordio, che è possibile visitare in giornata e senza pernottare o la piccola città ottomana di Beypazary. Se il soggiorno è invece prolungato e consente qualche spostamento più impegnativo, è importante sapere che la Turchia offre un’efficiente trasporto pubblico e in 6 ore è possibile anche raggiungere la meravigliosa Istanbul.

Dove dormire a Ankara

Ankara offre una vivace attività per i turisti e i visitatori di tutto il mondo e nella sua vasta estensione ha un copioso numero di strutture ricettive. Il luogo offre alberghi dai più ai meno costosi, ville e molto altro. Il prezzo non è fisso ma mediamente mantiene una costante bassa. Per alberghi a 3 stelle in Anatolia Centrale si può pagare anche 70€ a notte mentre per alberghi di 4 o più stelle si arriva a un prezzo medio di 200€ a notte.

Cosa non fare a Ankara

Ankara è un luogo affascinante che resta nel cuore di chiunque la visiti. È un paese ben lontano da noi e come tale ha forti tradizioni, usi e costumi. Per tale ragione è importante viaggiare preparati ed evitare di incappare in spiacevoli errori che potrebbero compromettere la qualità del soggiorno in corso.

Innanzitutto è importante non andare ad Ankara per un weekend o per un periodo troppo ristretto. La città è immensamente ricca e in soli due giorni si rischierebbe solo di collezionare cose o luoghi non visti. Un’altra cosa da non fare è evitare il mese di agosto se si ha una bassa tollerabilità al caldo secco e afoso, In questo mese Ankara risulta particolarmente sofferente e non è esattamente per tutti.

Un’altra cosa da non sottovalutare è che i mezzi di trasporto sono super efficienti e per tale ragione è sconsigliato salire sul primo taxi utile per raggiungere qualunque luogo.

Il prezzo è da capogiro e può essere serenamente evitato. Ultimo ma non meno importante è importante rispettare scrupolosamente le tradizioni del luogo, nonostante la differenza con la nostra. La macchina fotografica è bene che sia utilizzata solo se strettamente necessario e per ritrarre edifici e luoghi ma bisogna evitare le donne coperte dall’hijab o il niqab e coprite sempre il capo per entrare nei luoghi di culto.

Lascia un Commento

WordPress Video Lightbox