advertisement

Bolzano, cosa fare e cosa vedere

Cosa vedere a Bolzano
advertisement

Bolzano è sicuramente una delle più belle città del nord Italia. E se doveste avere dubbi sulla bellezza del paesaggio e del circondario, Bolzano città è dotata di uno splendido centro storico, attraversato da portici, e di alcuni magnifici musei.

Si tratta della meta perfetta per un weekend di fuga o alla fine di una lunga settimana bianca, dove rilassarsi, mangiare e bere bene e perdersi tra gli odori e sapori.

Dove si trova Bolzano

Bolzano si trova in Trentino-Alto Adige/Südtirol è il capoluogo della provincia autonoma di Bolzano. In effetti si tratta del capoluogo più al nord d’Italia e sorge in una conca dove confluiscono tre valli ed è bagnato dal fiume Talvera che è un affluente dell’Adige. Circondata da montagne con le cime quasi sempre innevate e da vigneti produttori di ottimi vini.

Cosa vedere a Bolzano

Ci sono una moltitudine di paesaggi, vie, piazze, monumenti, musei e altro da vedere a Bolzano. Un esempio è piazza delle erbe, ci si immerge nel centro storico della città per scoprire questa piazzetta già incantevole di per se, ma arricchita ogni giorno anche da uno storico mercato di frutta (dal 1295), verdura e prodotti tipici; la sera la stessa piazza si trasforma in uno scoppiettante locale per gli aperitivi pieno di gente con i drink in mano. Tra le vie più notevoli invece ci sono Via dei Portici e Via dei Bottai.

La prima è il centro del commercio della città, sotto il porticato si susseguono botteghe tipiche e negozi di moda e, buona notizia, sono tutti visitabili anche durante una giornata di maltempo. La seconda invece è una finestra sulla vecchia città medievale, con le sue insegne antiche in ferro battuto e le facciate delle locande decorate, la più famosa è il Cavallino Bianco. Un altro interessante angolo dal quale vedere Bolzano sono le sue cantine vinicole. La città ne è piena e raccoglie tutte le eccellenze del territorio circostante rendendole disponibili per degustazioni e acquisti.

Duomo di Bolzano

La cattedrale di Maria Assunta è il Duomo di Bolzano. Sorge in piazza Walther ed è stato costruito nel XI secolo. Lo stile della chiesa è un po’ quello della città, un tocco di Italia inserito in un gusto prevalentemente Germanico. La chiesa cela la vestigia di vecchie basiliche una paleocristiana, una medievale e una romanica. Il campanile alto 65 metri svetta sulla costruzione, il fianco nord è impreziosito dal crocefisso di scuola veronese e dalla porticina del Vino, presso la quale veniva venduto vino secondo la concessione di un antico privilegio.

Sul lato ovest il portale romanico, ristrutturato dopo alcuni bombardamenti. All’interno ci sono 3 navate della stessa altezza, il pulpito gotico, l’altare barocco in marmo policromo e altri pezzi di pregio. Nella cripta situata sotto l’ala maggiore è sepolto l’Arciduca Ranieri d’Austria. Sul sagrato meridionale c’è la statua di Peter Mayr, sostenitore della ribellione contro i francesi e fucilato per questo.

Piazza Walther

Questa piazza si trova al centro e su uno dei suoi lati si trova il Duomo di Bolzano. Al centro si trova la statua del trovatore a cui la piazza è intitolata, anche se dopo l’unità fu brevemente chiamata Piazza Vittorio Emanuele, per poi tornare al suo originale invocato a gran voce dai cittadini. Nella piazza si tengono numerose manifestazioni culturali importanti, tra cui i famosi Mercatini di Natale, ma anche se li perdete troverete sicuramente qualcos’altro da fare nella piazza. Questo è il luogo dove si respira anche l’atmosfera più mittleuropea di Bolzano, grazie alla conformazione e alla tinta dei palazzi color pastello.

Museion

Il museo di arte contemporanea di Bolzano è in un edificio inconfondibile, dall’enorme impatto visivo, con grandi facciate trasparenti che mettono in comunicazione la città vecchia con la nuova. Lo scopo di questo museo è promuovere e valorizzare l’arte contemporanea a partire dagli anni ’50. Ospita una collezione permanente di circa 4500 opere e ogni anno è teatro di mostre, esposizioni e concerti in forma temporanea. È stato fondato nel a985 dall’associazione Museion da cui prende il nome.

La Chiesa dei Domenicani e il suo splendido chiostro

I frati Domenicani nel 1272 costruiscono un enorme complesso conventuale dove fanno edificare anche una grande chiesa e uno splendido chiostro, prima di stabilirsi in città. Un parte dell’antica struttura oggi è stata convertita in un conservatorio di musica ed è sede del prestigioso concorso pianistico internazionale Ferruccio Busoni.

La chiesa originale è stata decorata con altri elementi al passaggio nelle epoche successive e al suo interno sono conservati molti importanti pezzi di pittura tipica bolzanina. Il gioiello è però la cappella laterale che conserva intatto un ciclo di affreschi di scuola giottesca. Il chiostro attiguo contiene dipinti e pitture murarie sulla vita del Cristo, ma a parte questi dettagli è già un’opera di architettura splendida da osservare.

La Chiesa dei Cappuccini

La chiesa è dedicata a Sant’Antonio da Padova ed è stata costruita attorno al 1600 in un’area precedentemente occupata da un castello dei conti di Tirolo. In essa è conservata la pala di Felice Brusasorci del 1600, che si trova sopra l’altare maggiore, insieme ad altre splendide opere dell’epoca manierista.

Museo di Scienze Naturali

Il museo di scienze naturali è attualmente ospitato nella vecchia sede amministrativa dell’Imperatore d’Austria Massimiliano I. La sua esposizione rappresenta tutta la varietà del paesaggio altoatesino, in particolare la genesi delle grandiose Dolomiti. Il museo non riguarda solo la montagna, infatti la principale attrazione del museo è l’acquario marino.

Chiesa di Gries

La chiesa è da sempre dedicata a Sant’Agostino, prima della sua costruzione c’era soltanto l’antico castello attiguo di cui l’antico mastio è ora la torre campanaria della chiesa e al suo interno una delle campane più pesanti della zona. Inizialmente la chiesa era in possesso dei frati agostiniani poi fu trasferita ai benedettini, che non cambiarono però la dedica a Sant’Agostino.

La pianta della chiesa segue i disegni tipici dell’era barocca con lo spazio interno armonioso e molto ampio. Nei dipinti e affreschi interni il patrono è raffigurato molte volte, insieme a cristo e a diversi angeli, la maggior parte di questi sono stati dipinti da Martin Koller. Il complesso chiesa e castello sorgono all’interno di un quartiere denominato Gries, che fu più volte abbattuto e ricostruito in seguito alle guerre.

Castel Roncolo

Castel Roncolo si raggiunge facilmente a piedi seguendo il lungo fiume o con la comoda pista ciclabile. Fu edificato su uno spuntone di roccia, ma da allora è stato più volte modificato e ampliato. Al suo interno sono ben conservati affreschi con scene di vita cortese, tornei con cavalieri e dame, vita quotidiana e scene di caccia.

Alcuni altri rappresentano scene letterarie da opere famose come Tristano e Isotta o Artù, Ginevra e i cavalieri della tavola rotonda. Si tratta di uno dei cicli di affreschi profani più grandi e meglio conservati di epoca medievale. Molti eventi culturali e mostre vengono organizzati ogni anno all’interno delle mura, inoltre c’è un ristorante che offre degustazioni di piatti tipici in un ambiente medievale.

Castel Firmiano

Il castello fu anticamente attribuito a dei vescovi da parte di alcuni nobili della zona ed è stato per qualche tempo la sede del tribunale feudale dei vescovi, il che sottolinea la sua importanza per i vescovado. Attualmente è la più importante e grande delle 5 sedi del Messner Mountain Museum. Si tratta di musei tematici sparsi tra le Alpi Centro orientali.

La torre bianca del castello è allestita con reperti di storia contemporanea, mentre le aree più grandi prendono come tema di fondo l’uomo e la montagna e raccolgono oggetti provenienti da tutto il mondo a testimonianza di questo rapporto. Nel castello è stata realizzata anche un’arena capace di ospitare conferenze, mostre e concerti, eventi ospitati annualmente. Dal castello si gode anche di un’ampia e meravigliosa vista sulla conca che contiene Bolzano.

Cosa fare a Bolzano

Bolzano e il suo territorio offrono una così vasta offerta di attività da fare e luoghi da esplorare che potete soltanto scegliere tra tutto secondo i vostri gusti e secondo il tempo che avete a disposizione.

Cosa fare con i bambini a Bolzano

Immancabile quando si fa tappa a Bolzano con dei bambini è il museo archeologico, famoso per la storia di Otzi e del suo straordinario ritrovamento. Otzi è il soprannome dell’uomo mummia dei ghiacci, il cui corpo fu ritrovato da due escursionisti nel 1991, perfettamente preservato dal ghiaccio, nonostante fosse vissuto tra il 3300 e il 3100 A.C.

L’eccezionale stato di conservazione ha permesso di acquisire grandi conoscenze su quell’epoca remota. Otzi era un pastore e portava molti manufatti e attrezzi sul corpo ritrovati con lui, inoltre dalla causa della morte si è scoperto che fu molto probabilmente ucciso, anche se è impossibile dire da chi e per quale motivo. Un’altra curiosità su di lui è che è il più antico essere umano ritrovato con tatuaggi sul corpo. In ogni caso anche gli altri musei presenti sul territorio sono interessanti e con un’offerta varia e ricca adatta anche ai più piccoli.

Cosa mangiare a Bolzano

I piatti tipici di Bolzano vi faranno davvero leccare i baffi e ce ne sono per tutti i gusti, i 5 migliori sono:
• Panino di segale con speck, con cetriolini e foglie di lattuga, è la merenda ideale di ogni bolzanino, specialmente, dopo un’escursione in montagna.
• Canederli, sono grandi gnocchi fatti di pane raffermo, farina, uova, prezzemolo e latte. I classici sono ripieni di speck e vengono serviti in brodo di carne con un pizzico di erba cipollina.
• Spaetzle di spinaci con la panna, gnocchetti di farina, grano, uova e spinaci lessati. Sono di solito serviti con salsa di panna e speck. Molto apprezzati dai bambini.
• Stinco affumicato con patate e crauti; la carne viene cotta molto a lungo e risulta tenera e aromatizzata, le patate e i crauti sono in soffritto per insaporirli. È sostanzioso piatto invernale che soddisfa anche i palati più esigenti ed è l’ideale dopo una giornata molto faticosa e fredda.
• Heisse Liebe, in Italiano “amore caldo” è una coppa di gelato alla vaniglia guarnito con salsa di lamponi calda. È il dessert estivo per eccellenza e una pura goduria al cucchiaio a Bolzano.

Come arrivare a Bolzano

Vicino a Bolzano ci sono gli aeroporti di Verona e quello di Innsbruck in Austria. La città è facilmente raggiungibile anche in treno dalle maggiori stazioni di Italia, soprattutto da quelle del nord. Il centro storico e le maggiori attrazioni sono a portata di passeggiata, noleggiare un’auto sarà necessario solo se volete esplorare i dintorni in libertà, in caso contrario potrete affidarvi agli ottimi tour organizzati della città.

Eventi a Bolzano

Ci sono numerosi eventi di arte e cultura in questa bellissima città, in ogni stagione troverete quello che fa per voi, vediamo i principali:

  • Primavera: Bolzano in fiore, Festa dei fiori, Mostra dei vini e Castelronda;
  • Estate:Concerti musicali, Jazz festival, Bolzano Danza festival, Calici di stelle, festa di Ferragosto;
  • Autunno: Magdalene Culinarium, Dolce vita transart, Bozen City;
  • Inverno: Mercatini di Natale, Capodanno, Luoghi dell’amore.

Quando andare a Bolzano

Bolzano è visitabile in tutte le stagioni e meriterebbe sicuramente più di una visita per poterla vedere in momenti diversi. Il suo maggior fascino è probabilmente in inverno, grazie alla neve e alle luci di Natale e i mercatini. Ma anche in Estate c’è molto da fare grazie alle strade del vino e le passeggiate in montagna. Con il caldo nei dintorni si può persino trovare uno specchio d’acqua in cui fare il bagno.

Cosa vedere nei dintorni di Bolzano

Per quanto riguarda le gite nella natura i dintorni di Bolzano hanno davvero molto da offrire. Una delle scelte è il lago di Monticolo, ottimo per una giornata all’aria aperta e davvero molto vicino alla città (appena 16 km di distanza). Si tratta in realtà di 2 laghi (grande e piccolo) di origine glaciale immersi in un bosco di conifere. In estate in entrambi i laghi si può fare il bagno e se vi piace il trekking non vi mancheranno gli itinerari percorribili. In inverno alcune volte è anche possibile pattinare sul lago che si ghiaccia.

La funivia del colle è un’altra meravigliosa alternativa al passare la giornata in città. Con questa si sale sul Monte Pozza a 1134 metri e arrivati in cima ci si arrampica sulla torre panoramica dalla quale si gode di una vista mozzafiato che comprende tutte le montagne circostanti e la valle nella quale si trova Bolzano. C’è anche un paesino da esplorare, con case tipiche sudtirolesi e ci sono anche sentieri per escursioni che partono proprio dall’arrivo della funivia. Niente paura nessuna di queste salite è faticosa.

Non si può passare da Bolzano senza approfittare e fermarsi lungo la strada del vino dell’Alto Adige. Si tratta di un percorso di circa 70 km attraverso 15 diversi comuni, tutto dedicato al vino. Se preferite stare fuori città potete anche dormire in uno di questi comuni e poi visitare il resto partendo da li.

Dove dormire a Bolzano

Ci sono luoghi di ospitalità per tutti i gusti a Bolzano, partendo dalle case vacanza, agli hotel, alle pensioni, agli appartamenti in affitto fino ad arrivare ai castelli. Si i castelli sono tipicamente adibiti a strutture ricettive e affittano camere, più o meno costose, a seconda delle esigenze. Può essere un’ottima idea per un anniversario o un’occasione speciale, è molto romantico e dall’atmosfera tipica. I prezzi medi sono in linea con quelli delle maggiori destinazioni Europee, in alta stagione Bolzano può essere un po’ cara.

Cosa non fare a Bolzano

A Bolzano si potrebbe sbagliare solamente l’organizzazione della nostra valigia. Ricordatevi di non dimenticare dell’abbigliamento tecnico da montagna, anche se potrete tranquillamente procurarvelo sul posto; le occasioni per fare gite in montagna o comunque i tour più classici di solito lo richiedono. La temperatura non è difficile da azzeccare, ma se troverete brutto tempo anche questa potrebbe abbassarsi notevolmente, non dimenticate una giacca a vento.

Lascia un Commento

WordPress Video Lightbox