advertisement

Genova, cosa vedere e cosa fare

Cosa vedere a Genova
advertisement

Genova, oggi una metropoli con un agglomerato urbano che conta più di 1.500.000 abitanti, era un tempo una delle 4 repubbliche marinare italiane e patria di molti famosi ed esperti navigatori, che contribuirono a scoprire gran parte del mondo conosciuto.

Subito dopo la scoperta del nuovo continente, il mar Mediterraneo perse di importanza e così anche le città e i porti su di esso, tra cui Genova. Tuttavia il fascino della città è certamente in gran parte legato al mare, ma Genova non è solo questo, è una città dai molti volti che vanno scoperti visitandola.

Dove si trova Genova

La città è il capoluogo della regione Liguria; si affaccia sul mar ligure, al centro dell’omonimo golfo, ed è incastrata tra l’appennino e la costa, il che le dona una conformazione molto particolare, unica in Italia per una città così grande. In passato la città non andava oltre le colline, mentre oggi l’area urbana si estende molto oltre esse.

Cosa vedere a Genova

Il centro storico della città rientra tra i più estesi d’Europa tra quelli risalenti all’epoca medievale (113 ettari) e con la maggiore densità abitativa. Si tratta di un dedalo di vicoletti, tanto stretti che le finestre delle case quasi si toccano, detti careggi, che si aprono in modo inaspettato su piazzette, di solito contenenti una chiesa, una volta legate a famiglie proprietarie dei palazzi intorno.

Vi si possono trovare splendide dimore storiche, fatte edificare proprio da queste antiche famiglie, di nobili o di ricchi mercanti di cui la città era piena, contenenti moltissime opere d’arte, sia locale che di importazione, oggi visitabili come musei.

Gli stili architettonici si fondono e, procedendo di epoca in epoca, fanno da base al futuro. Così vi sono antiche logge gotiche oggi trasformate in locali alla moda o palazzi rinascimentali poggiati sulle mura medioevali, tutto unito in un melting pot di odori, sapori, lingue e culture diverse, da secoli.

Ci sono anche moltissime botteghe storiche, alcune in attività da oltre 100 anni e con tradizioni e radici ancora più antiche, che spesso danno il nome alle strade (vico degli orefici). Questa parte della città va assolutamente visitata e gustata in un tour a piedi.

Museo di Palazzo Reale

Questo palazzo fu costruito da una famiglia molto ricca nel 1600 e continuato ad ampliare nel corso del tempo. Quando i Savoia lo acquistarono, nel 1824, divenne il palazzo reale, fino al 1919 quando Vittorio Emanuele lo donò allo stato italiano, ma era già dotato di saloni di rappresentanza con importanti affreschi, sculture, dipinti e arredi appartenuti alle famiglie nobili che lo avevano abitato in precedenza, i quali oggi fanno parte della vasta collezione del museo.

Al suo interno ci sono diversi ambienti espositivi visitabili come: l’appartamento dei principi ereditari, i giardini pensili e il teatro del falcone.

Galata Museo del Mare

Questo museo contiene secoli di storia, tradizioni e vita sul mare. È una costruzione dell’architetto spagnolo Guillermo Vasquez Consuegra sopra l’antica Darsena che era un tempo l’arsenale della repubblica di Genova. Composto di 3 piani più la Darsena è il museo marittimo più grande del Mediterraneo ed è super tecnologico. È addirittura possibile visitare il sottomarino s 518 Nazario Sauro direttamente in acqua.

Acquario di Genova

Il famoso acquario di è il più grande d’Europa e contiene la più ricca biodiversità acquatica. Il percorso è fatto di oltre 70 ambienti con 600 specie diverse e 12.000 esemplari provenienti da tutti i mari del mondo.

Ci sono molte diverse esperienze che è possibile fare, tutte con protagonista l’acqua, dal capire la sua importanza per la vita allo scoprire il mare come fondamentale via di comunicazione che ha sempre permesso l’accesso ad altre culture; tutto multimediale, didattico e usufruibile da tutti.

Porto antico

Il porto antico è simbolo dell’accoglienza della città di Genova; la più grande piazza esistente sul mar Mediterraneo è un quartiere, un centro commerciale, uno spazio culturale di ritrovo per turisti e cittadini, un luogo dove gustare e degustare prelibatezze tipiche.

È un luogo da vivere in tutte le stagioni, che si trasforma al bisogno e trasforma le sue attrazioni ad esempio da piscina nei mesi estivi a pista di pattinaggio sul ghiaccio nei mesi invernali. Ogni giorno c’è un evento diverso, tutti descritti con cura sul sito ufficiale.

La Lanterna

Il monumento simbolo della città è un faro, il più alto del Mediterraneo che rappresenta la potenza e il dominio sul mare, che esprime alla perfezione con i suoi 73 metri di altezza. Costruito nel 1543 è anche il terzo faro più antico al mondo.
Cattedrale di San Lorenzo: è la chiesa più importante di Genova, fu eretta intorno al 1098 dai primi cultisti cristiani della città. Fu distrutta in diverse parti e ricostruita e vi furono fatti molti ampliamenti. Circolano delle leggende interessanti sulle decorazioni della sua facciata.

I Rolli

Questi palazzi riempiono la zona che da strada nuova arriva al centro storico, sono oltre 100. L’UNESCO ne ha riconosciuti 42 nella sua lista di tesori dell’umanità. Sono palazzi antichi, una volta posseduti da famiglie importanti, arricchiti da affreschi e opere d’arte; ancora oggi alcuni sono appartenenti a privati, ma per la maggior parte a banche o edifici pubblici o musei.

Ogni anno vengono celebrati con i Rolli Days, durante i quali tutti i palazzi vengono aperti al pubblico e mostrano i loro tesori.

Mare e spiagge di Genova

Un tuffo nel mare blu è possibile anche vicino al centro della città di Genova. A pochi minuti da corso Italia si possono trovare molti stabilimenti per tutti i gusti.

Proseguendo si raggiungono in poco tempo la caratteristica baia di Boccadasse e uno stabilimento particolare raggiunto solo tramite una scala piuttosto ripida il Capo Santa Chiara. Poco più fuori le spiagge di Vernazzola e Sturla, probabilmente le più frequentate d’estate.

Cosa fare a Genova

Una visita alle attrazioni nominate sopra è sicuramente d’obbligo, ma la città offre così tanto che è difficile descrivere tutto dettagliatamente. Una passeggiata tra i vicoli assaporando street food; una mattinata al mare e un pomeriggio persi tra le bellezze dei borghi marinari per concludere con una abbuffata di pesce fresco; una serata al porto in un locale alla moda con musica dal vivo; una mostra d’arte o un museo mentre si visita il centro storico; una giornata di divertimento e apprendimento all’acquario o al museo del mare. Genova ne ha veramente per tutti i gusti.

Cosa mangiare a Genova

Molti piatti tipici di Genova sono piuttosto famosi:

  • Focaccia alla genovese, in città si mangia a tutte le ore del giorno e le 2 versioni più tipiche sono all’olio e al formaggio. È davvero difficile da preparare in casa, anche i genovesi la comprano nei forni;
  • Panissa, si tratta di un piatto da assaporare tra i vicoli del centro storico, una specie di polenta con farina di ceci, tagliata a bastoncini e fritta;
  • Pesto, è il condimento genovese più famoso a base di basilico, olio e pinoli è principalmente usato per la pasta, ma non in modo esclusivo;
  • Pandolce, è un panettone tipico contenente uvetta, pinoli, mandorle e canditi, si mangia tutto l’anno.

Come arrivare a Genova

La città è servita dall’aeroporto Cristoforo Colombo che si trova leggermente fuori città a Sestri Ponente, ma che è molto ben collegato con il centro tramite i mezzi pubblici. Le linee ferroviarie sono un’altra comoda ed efficace soluzione se non si vuole spostarsi in macchina usando una delle 4 autostrade.

Il porto è invece la maniera più comoda per raggiungere alcune delle altre città marittime europee.

Eventi a Genova

Sono moltissimi gli eventi di natura culturale, enogastronomica o artistica che Genova ospita ogni anno. In estate, in inverno, in autunno e in primavera, troverete sempre qualcosa da fare o da visitare, specialmente nell’area dell’acquario e del porto antico.

Quando andare a Genova

Non esiste un periodo migliore per visitarla, la città ha il suo fascino in tutti i periodi. I mesi estivi sono ottimi per poter godere anche delle spiagge e del mare, mentre i mesi freddi sono migliori per potersi perdere e giare in città senza afa e stanchezza eccessive.

Cosa vedere nei dintorni di Genova

Una delle mete più apprezzate e ricercate dell’intera Liguria se non d’Italia sono le famose cinque terre. Dalla città di Genova si può raggiungere comodamente, in treno o in auto, Levanto e da lì visitare tutta l’area muovendosi con la linea ferroviaria dedicata fino a La Spezia, per poi ritornare.

Un’altra visita che vale davvero la pena è quella in traghetto per San Fruttuoso di Camogli, un luogo dove visitare l’abbazia, le spiaggette e i fantastici ristoranti di pesce e lasciarsi trasportare dalla magia. La Liguria non è molto grande, se avete occasione potete tranquillamente raggiungere in giornata anche altre città molto famose come Portofino o Sanremo, parchi naturali, borghi marinari e tanto altro.

Dove dormire a Genova

La zona migliore dove alloggiare è sicuramente il centro. Non mancano gli hotel in questa zona, ma si trovano anche soluzioni diverse e più economiche, come gli appartamenti, seppur in misura minore. Un’altra zona economicamente conveniente e strategica è l’area intorno alla stazione di Brignole, che è anche vicina allo stadio, da dove il centro si può raggiungere comodamente con i mezzi.

Attenzione agli alloggi nella parte storica, perché essendo chiusa al traffico sarete costretti a lasciare la macchina in parcheggi esterni all’area. Il prezzo medio in quest’area per gli hotel in bassa stagione è di 55 euro a notte, mentre in alta di 80/90. Per gli appartamenti siamo invece intorno ai 35 euro a notte in bassa stagione e 45 in alta stagione.

Cosa vedere a Genova in crociera

La maggior parte del centro storico è visitabile in meno di un giorno, perciò vale la pena farci un giro. Se il tempo a disposizione è poco, bisognerà certamente scegliere quale attrazione, tra le principali, visitare. Probabilmente l’acquario e il museo del mare sono la scelta migliore.

Cosa non fare a Genova

Una delle prime cose da evitare è di muoversi in città con l’automobile, i parcheggi sono a pagamento e non economici e il traffico è terribile. Un’altra cosa è dimenticare di visitare le varie zone della città o vicine, a Genova non esiste solo il centro storico o l’acquario.

Infine non dimenticare assolutamente di andare a vederla dall’alto tramite la funicolare da Largo Zecca fino al Righi o dalla Spianata del Castelletto.

Lascia un Commento

WordPress Video Lightbox