advertisement

Imperia, cosa fare e cosa vedere

imperia cosa vedere

Imperia tra le tante cittadine e borghi della Liguria è forse quella che si sente meno nominare e che molto spesso i visitatori trascurano, sicuramente per via delle moltissime cose da vedere nel resto della regione.

Non c’è infatti alcun motivo per tralasciare questa bellissima cittadina e la sua provincia durante una visita in Liguria, ma addirittura per le tante cose da fare, le si potrebbe dedicare un’intera vacanza.

LEGGI ANCHE: Dolcedo

Dove si trova Imperia

Imperia è una provincia italiana della regione Liguria di circa 209 000 abitanti. Confina a nord con la regione Piemonte, a ovest con la Francia a sud con il mar ligure e ad est con la provincia di Savona, un’altra città della Liguria.

In passato quasi tutto il territorio di Imperia apparteneva alla Francia, poi ne è stata recuperata una parte grazie a trattati tra governi.

Cosa vedere a Imperia

A Imperia non mancano certo cose da vedere, avrete l’imbarazzo della scelta tra: le bellezze architettoniche del Parasio, il centro storico di Oneglia, le spiagge di Borgo Marina, la vita notturna di Calata Cuneo, i portici di via Bonfante, le passeggiate sui moli dei due porti presenti in città, gli angoli più caratteristici, i vicoli e le strade, l’entroterra, la montagna, il colle di Nava, il museo dell’olivo e dell’olio, le chiese, l’arte, il barocco, il mare, i ristoranti di pesce, le boutiques.

Questo e molto altro ancora vi attende visitando questa splendida provincia.

Porto Maurizio

Il centro storico denominato anche Porto Maurizio è un sistema intricato di vicoli e stradine come si addice ad un antico borgo medievale. Sorge sulla collina del Parasio ed è pieno di locande, chiese, teatri, bar e locali storici e molto altro.

Un classico centro storico ma con un taglio marinaro tutto da scoprire; ai piedi del Parasio infatti si trova la marina di Porto Maurizio che è piena di locali, stabilimenti e un porto turistico attrezzato, pieno delle barche di visitatori da tutto il mondo.

Passeggiare tra queste meraviglie a picco sul mare è un incanto per gli occhi.

Parasio

Il Parasio è il cuore del centro storico di Porto Maurizio, sul colle sorgono gli edifici più antichi di Imperia ed è impossibile camminare per le sue strade senza incontrare monumenti o luoghi di interesse.

Ci sono tuttavia quattro attrazioni che dovete assolutamente visitare: Il duomo di San Maurizio, ovvero la chiesa più grande della Liguria in stile neoclassico; le Logge di Santa Chiara, adiacenti al convento di clausura che offrono scorci unici da osservare, la casa natale di San Leonardo il patrono di Imperia e l’oratorio di San Pietro con la sua splendida facciata barocca.

Oltre a questi ovviamente tutti i bar, locali e botteghe storiche vi aspettano in questa parte della città.

Oneglia

Il quartiere di Oneglia ha il suo centro in Piazza Dante, luogo di riferimento dalla quale partono le vie più importanti del quartiere tra cui via Bonfante, una via modaiola che è spesso piena di gioventù imperiese e ospita botteghe di ogni genere sotto i suoi portici eleganti.

Oneglia affaccia direttamente sul mare ed era una volta un importante centro di pesca, oggi possiede un porto delimitato da due moli.

Il più grande è chiamato “molo lungo” sul quale è possibile godersi una passeggiata e osservare gli edifici colorati che si stagliano sopra la banchina oppure le barchette dei pescatori sull’acqua o ancora il promontorio del Parasio in lontananza.

Il più piccolo detto appunto “molo corto” non è invece aperto al pubblico perché vi avvengono le operazioni di carico e scarico delle navi e si riconosce per la presenza di imponenti gru. Sotto i caratteristici portici rosa della banchina di Oneglia sono presenti tutti i ristoranti e locali che offrono ai visitatori le specialità di mare del luogo.

Villa Grock

Questa villa è una delle costruzioni più particolari non sono della Liguria ma del mondo. La costruzione con i suoi simboli esoterici e massonici presenti nell’architettura è strettamente legata alla personalità del suo proprietario, lo svizzero Charles Adrien Wettanch, meglio conosciuto come il clown Grock.

Questo personaggio fu talmente amante e amato dal mondo del circo da guadagnarsi il titolo di re dei clown e a fine carriera decise di ritirarsi nella villa costruita dopo che si era innamorato del luogo durante una vacanza. La costruzione fu affidata a un architetto, ma fu il clown stesso a decidere ogni dettaglio utilizzando la sua personalità e un misto di stili tra cui Rococò, Liberty, Art Decò e Orientale.

La villa è qualcosa di unico che non si può ritrovare in nessun altro edificio simile, merita assolutamente una visita.

Museo dell’olivo

In questo museo è raccontata la millenaria storia della pianta dell’olivo e dei suoi frutti, primo tra tutti ovviamente l’olio d’oliva. Si tratta di 18 sale in cui i percorsi affascinanti ed emozionanti spiegano la storia e il rapporto speciale che l’uomo ha sempre avuto con questa pianta.

La visita al museo è divertente e adatta a tutti e si può godere anche di un percorso all’esterno tra i giardini pieni di antiche giare, frantoi e piante millenarie.

Mare e spiagge di Imperia

A Imperia un’altra cosa che non manca sono il mare e le spiagge, se ne possono trovare di ogni tipo: di sabbia, di ciottoli o di scogli e ne esistono libere come attrezzate con bellissimi stabilimenti dai più semplici ai più modaioli. Le spiagge di sabbia si trovano principalmente nella zona di Porto Maurizio marina, quelle di ciottoli sono invece le prevalenti a Oneglia.

Chi preferisce gli scogli può trovare delle calette lungo tutta la costa della città. Molte delle spiagge attrezzate d’estate offrono servizi extra soprattutto serali e organizzano aperitivi e discoteche all’aperto. Durante il giorno invece le spiagge attrezzate offrono servizi di ristorazione e attività di sport acquatici di ogni genere.

Cosa fare a Imperia

In pochi sanno che Imperia venne creata sulla carta con un Regio Decreto nel 1923 con l’unione delle cittadine di Oneglia e Porto Maurizio. Geograficamente separate dal torrente Impero, da cui la cittadina prese il nome, le due cittadine erano, e si vocifera lo siano tutt’ora, storicamente rivali e completamente differenti tra loro. Per questo motivo Imperia è una città con due anime, due centri storici, due cucine, due dialetti e ben tre Santi Patroni (uno per Imperia, uno per Oneglia ed uno per Porto Maurizio).

L’unione di queste due anime in una sola rende sicuramente la cittadina unica e raddoppia anche il tempo che occorre per visitarla, avendo a disposizione ben due centri storici con annessi monumenti, due passeggiate, due marine con due porti e spiagge, due diverse zone in cui fare ogni tipo di attività culturale o gastronomica che vi viene in mente.

Cosa fare con i bambini a Imperia

Se porterete i vostri bambini a Imperia con voi durante l’estate di certo non mancheranno attività adatte a loro e potrete trovare spiagge e stabilimenti pronti a organizzare la giornata ai vostri figli.

D’inverno potrebbe essere un pochino più difficile trovare delle attività che non facciano annoiare i vostri bambini, ma vediamo quali opzioni ci sono. Sicuramente Villa Grock e il museo dell’olivo sono già due ottime attività in cui potete coinvolgere i vostri figli.

Nella prima si divertiranno anche solo ad osservare la villa e a correre per i giardini immersi nell’atmosfera fiabesca che la avvolge e se non bastasse al suo interno è presente il museo del clown.

Nel secondo esistono dei percorsi specifici adatti a loro e dei laboratori che permettono l’uso delle mani per fare esperienza della lavorazione dell’olio o di altre attività. Se avete più giorni a disposizione potete organizzare delle visite nell’entroterra dove troverete moltissime attività adatte ai piccoli ad esempio il Museo delle Streghe di Triora o il museo della Lavanda a Carpasio, se ai vostri piccoli piacciono cose del genere.

Cosa mangiare a Imperia

Imperia ha una cucina tipicamente mediterranea e sostanzialmente priva di piatti a base di carne, tranne qualche eccezione nell’entroterra. Ogni elemento proveniente dalla terra e dal mare si arricchisce grazie alla presenza di molte erbe aromatiche in particolar modo: rosmarino, maggiorana, timo e salvia.

Vediamo quali sono i principali cibi che si possono trovare a Imperia:

  • Carpasina, un pane tipico con farina di orzo e lievito di birra;
  • Sardenaria, pizza farcita con sugo di pomodoro, cipolla, origano, capperi, aglio e olive;
  • Piscialandrea o pizza all’Andrea dedicata all’ammiraglio Andrea Doria, con pomodoro, aglio, olive e acciughe sotto sale;
  • Gamberi Imperia, appena pescati bolliti poco e serviti con olio, prezzemolo e limone;
  • Pansotti, pasta ripiena di ricotta e verdure;
  • Brandacujjun, antipasto a base di stoccafisso e patate

Come arrivare a Imperia

Imperia è facilmente raggiungibile dalle altre province liguri in treno, purtroppo però una volta in città gli spostamenti in bus sono abbastanza difficoltosi è perciò più consigliabile andarci in macchina.

Se invece venite da lontano l’aeroporto internazionale più vicino è quello di Nizza, in alternativa c’è quello di Genova dalle quali poi potrete spostarvi a Imperia in treno.

Eventi a Imperia

Sono molti gli eventi che coinvolgono la città ogni anno vediamo quali sono i più importanti:

  • Olio oliva, il festival dell’olio nuovo, una manifestazione dedicata all’olio subito dopo la raccolta annuale che infatti avviene il secondo fine settimana di Novembre. Si tratta di un raduno di appassionati con stand e degustazioni degli olii tipici della zona.
  • Ineja, festa di San Giovanni Battista, una delle feste estive più attese che si svolge sulla banchina di Oneglia dove vengono allestite bancarelle e stand di ogni genere, vengono anche organizzati spettacoli per adulti e bambini ideati per intrattenere.
  • Vele d’Epoca, la manifestazione dedicata alle barche a vela antiche si tiene ad anni alterni nella location di Porto Maurizio e conta decine di splendide imbarcazioni che si presentano per sfilare davanti al pubblico.
  • Video Festival di Imperia, un evento cinematografico di eccellenza per la città che vede ogni anno migliaia di opere iscritte e ospiti internazionali. Culmina con una serata di gala in cui vengono premiati gli ospiti.
  • Feste di Natale, ogni città ha degli eventi per Natale, ma Imperia in particolar modo si riempie di luci, suoni, odori e cibi tipici delle feste. Stand in ogni angolo della città e bancarelle gastronomiche stuzzicano gli occhi e il palato è inoltre occasione per organizzare diversi eventi culturali.

Quando andare a Imperia

I mesi migliori per visitare Imperia sono certamente i mesi estivi quando la cittadina di mare con i suoi odori e sapori prende vita. Quindi da Giugno a Settembre potete visitare la città e anche le splendide spiagge, ovviamente però se pensate di basare la vostra visita esclusivamente sul vedere le attrazioni e passeggiare per la cittadina, evitate i mesi più caldi, quindi Luglio e Agosto.

Idealmente anche i mesi autunnali sono buoni per una visita alla città, attenzione però al mese di Novembre perché è quello con più precipitazioni.

Cosa vedere nei dintorni di Imperia

Se Imperia è piena di cose da vedere anche i suoi dintorni non scherzano, avendo tempo a disposizione ecco cosa potrete visitare:

  • Bordighera, un piccolo comune che si trova in una zona molto suggestiva affacciata sul mare e circondata dalle montagne la cui vegetazione mediterranea sembra scivolare direttamente tra le onde. Una cittadina elegante, ricca di cultura chiese e musei da visitare; non mancano neanche gli ottimi ristorantini tipici da provare. Il lungomare si estende per 2 km ed è una tra le passeggiate più romantiche e piacevoli da fare.
  • Ventimiglia, una cittadina al confine con la Francia tutta da scoprire. Le cose da vedere in città sono moltissime, la maggior parte di categoria religiosa come chiese e conventi, ma anche di origine romana risalenti alla dominazione come il teatro circolare. Interessanti intorno alla città anche le fortezze, che una volta servivano per proteggerla e avvistare pericoli provenienti dal mare, come quella di San Paolo o il castel d’Appio che pare risalga al 1100.
  • Triora, la città delle streghe, si dice che in questa città furono perseguitate circa una ventina di donne. Oggi è presente un museo etnografico con 5 diverse sale che accoglie attrezzi e documenti che riguardano la storia delle popolazioni antiche e delle streghe del territorio circostante.
  • Diano Marina, una località di mare facilmente raggiungibile da Imperia dove si può trovare spiaggia finissima, acque pulite e basse adatte alla famiglia. Da visitare per una giornata di mare diversa e rilassante.
  • Sanremo, la cittadina ligure famosa per il festival della canzone italiana ha in realtà molto altro da offrire ad esempio Corso Matteotti, una via dello shopping per eccellenza con eleganti boutique di ogni tipo, ma anche panorami e scorci di mare, castelli e palazzi nobiliari. Un centro storico che si può visitare in un giorno partendo proprio da Imperia.

Dove dormire a Imperia

Imperia non è molto grande, tuttavia avendo due centri storici, due porti e due diverse parti della città risulta un po’ complicato muoversi. Se volete alloggiare in centro sarete obbligati a scegliere tra Oneglia e Porto Maurizio e poi muovervi nei diversi giorni verso una o l’altra parte. Se invece volete stare più comodi ed avere le spiagge vicine decisamente Oneglia con il suo lungomare è il punto migliore. Se invece volete più pace e risparmio e magari una base per visitare anche i dintorni allora potete appoggiarvi nei molti agriturismi o casali di campagna appena fuori città.

Cosa non fare a Imperia

Dedicare una visita veloce alla città, magari di un solo giorno, è fattibile tuttavia è anche molto stressante a causa degli spostamenti tra uno e l’altro centro e si rischia di non godersi abbastanza le meraviglie che Imperia ha da offrire.

Consiglio quindi di dedicare almeno 3 giorni alla visita di questa cittadina in modo da avere tempo di vedere tutto senza corse.

Lascia un Commento

WordPress Video Lightbox