advertisement

Merano, cosa fare e cosa vedere

cosa vedere a merano e dintorni

Merano una cittadina che si contraddistingue per gli ampi parchi e le passeggiate nel verde, i giardini botanici e i numerosi corsi d’acqua. Immersa nella natura ma contemporaneamente con un’atmosfera raffinata e accogliente; il centro storico conquista i visitatori con i suoi portici medievali e gli eleganti edifici in stile liberty.

Intorno le cime imbiancate dei ghiacciai offrono uno scenario naturale di rara bellezza, un vero piacere per gli occhi, ma altrettanto per gli altri sensi con la sua gastronomia, eventi culturali, centri termali e ogni genere di attrazione a cui si possa pensare.

Altrettanto vario è il programma culturale che prevede anche rassegne enogastronomiche come la Primavera Meranese e la Festa dell’Uva, le Settimane Musicali Meranesi, il Merano WineFestival e i Mercatini di Natale di Merano.

Dove si trova Merano

La cittadina di Merano si trova in Trentino Alto Adige, in provincia di Bolzano, in una conca al centro tra 3 valli delle montagne e dei fiumi che la circondano. Questo particolare permette alla cittadina di aver un clima diverso dal circondario in ogni periodo dell’anno e addirittura di poter far crescere e fiorire piante atipiche, ad esempio le palme e gli olivi.

Cosa vedere a Merano

Merano è una città tutt’altro che tipica, non ci sono semplicemente cose da vedere, ma quasi ogni cosa da vedere si trasforma in un’attività da fare, prendiamo ad esempio le splendide terme, gli stabilimenti sono bellissimi e vale la pena visitarli, ma perché non fare un bagno o rilassarsi con un percorso benessere durante la visita?

Ancora i parchi e i paesaggi naturali, le attività sportive e i festival annuali; non mancano certo le ispirazioni anche semplicemente passeggiando per il centro.

Torre delle Polveri

La Torre delle Polveri è una delle principali attrazioni di Merano, soprattutto per il panorama che offre una volta raggiunta la cima. Si tratta di un’antica struttura alta 28 metri costruita su una roccia e sfruttata come piattaforma panoramica grazie alla moderna scala montata al suo interno.

Dall’alto si può godere di una vista sulla pianura della Val D’Adige contornata dalle vette dei monti e ovviamente un panorama su tutta Merano.

Duomo

La chiesa più importante del Sud Tirolo, questa chiesa di Merano si trova alla fine dei famosi portici ed è dedicata a San Nicolò. Interamente in stile gotico, presenta numerosi affreschi interni ed esterni da vedere assolutamente, oltre a un magnifico altare, il coro gotico e alcuni dipinti. Il campanile di 83 metri è uno dei più alti dell’Alto Adige. Le messe sono soltanto in lingua tedesca.

Via Portici

I portici sono probabilmente uno dei luoghi più famosi di Merano, lunghi 400 metri sono anche una delle zone per shopping più famose del Sudtirolo. Essi si dividono nei portici di montagna ed i portici d’acqua, anche se le vetrine dei negozi sono così belle ed interessanti, è importante alzare lo sguardo anche verso l’alto per ammirare la bellezza e la maestosità delle sue case storiche e perfettamente conservate costruite sopra i portici.

Piazza del Teatro

Questa piazza deve il nome al famoso Teatro Puccini di Merano che è un capolavoro architettonico nel cuore della città. Ricco di delicati fregi, impreziosito da un soffitto artistico e da mirabili stucchi e ornamenti dorati, il Teatro Puccini offre una cornice meravigliosa di grande seduzione per spettacoli teatrali e di cabaret, concerti, letture, presentazioni, rappresentazioni cinematografiche e conferenze e molto altro ancora.

Terme di Merano

Impossibile non aver mai sentito nominare le Terme di Merano, uno dei centri termali più grandi in Italia e frequentato ogni anno da moltissimi visitatori. Quello che però non tutti sanno è che lo stabilimento termale deve la sua fama ad Elisabetta di Baviera, meglio conosciuta come Principessa Sissi, la quale insieme alle figlie ancora piccole aveva soggiornato presso il Castel Trauttmansdorff per effettuare delle cure termali, un fattore che ovviamente ha influito molto sulla fama e il turismo portato alle terme di Merano e alla cittadina stessa.

All’interno di queste terme oltre alle piscine si possono eseguire trattamenti benessere di ogni genere e per tutti i gusti, se vi trovate a Merano non potete saltare un’attrazione del genere.

Giardini di Castel Trauttmansdorff

Castel Trauttmansdorff è un sito storico molto importante per Merano che esiste sin dal XIV secolo quando però era conosciuto con un altro nome, finché il conte von Trauttmansdorff lo acquistò apportando diverse modifiche che videro ampliare l’intero complesso; in particolare l’aggiunta di grandi giardini ed elementi neogotici nello stile architettonico, lo hanno reso oggi l’attrazione che tutti conoscono e amano.

Attualmente al suo interno si trova anche il Touriseum, cioè il museo del turismo, mentre dal 2001 i giardini che lo circondano sono stati aperti al pubblico come orto botanico suddiviso in paesaggi naturali e aree tematiche per esporre diversi piante da tutto il mondo e rarità botaniche con particolare attenzione per la vegetazione locale dell’Alto Adige, ma anche una grandissima sezione dedicata alle piante tropicali che sopravvivono grazie al particolare clima della città di Merano.

Rione Steinach

Passeggiando per le vie di questa parte più antica della città di Merano, si respira il profumo del Medioevo. Le mura della città e alcuni palazzi testimoniano ancora la grande storia della cittadina fin dai tempi antichi; altri esempi di testimonianze sono la Passeiererer Tor, una porta cittadina del XIII secolo ben conservata; ma anche le iscrizioni di vecchi negozi e attività commerciali dimenticati, che riappaiono sotto i nuovi strati di vernice che si scrosta.

Museo delle Donne

Un museo alternativo e molto interessante a livello espositivo e culturale è il Museo delle Donne, situato in pieno centro storico nell’ex convento delle clarisse, vivamente consigliato dai visitatori della città di Merano. All’interno si suddivide nella zona dell’esposizione permanente e in quella delle esposizioni temporanee che ospita spesso mostre di carattere storico per approfondire temi socio-politici relativi alle donne di tutto il mondo.

L’esposizione permanente invece ha lo scopo di esaltare immagini e ruoli femminili nella società antica e attuale mostrando abiti, accessori e oggetti della vita quotidiana.

Cosa fare a Merano

A Merano non mancano certo le attività da fare, soprattutto quelle all’aria aperta. Tra queste sicuramente la Passeggiata Tappeiner, un sentiero di circa 3 km che costeggia il monte di Merano che si trova a circa 100 metri sopra la città. Inutile dire che si gode di una vista stupenda dall’alto e che la passeggiata in sé, in mezzo alla natura rigogliosa, è bellissima.

Un altro sentiero famosissimo nominato con dedica alla principessa d’Austria è il sentiero Sissi. Si tratta di un percorso tematico a 11 tappe che parte dai giardini  Trauttmansdorff e arriva al centro della città. Alcune delle tappe sono: il Parco dell’Imperatrice, il Ponte Romano, Castel Rottenstein, Piazza Fontana, Residenza Reichenbach; ci sono molti punti di interesse da visitare. In ultimo trovandosi a Merano, come non passeggiare lungo le rive del fiume che divide la città in due.

La famosa passeggiata del Passirio si sviluppa sulla riva destra, in pieno centro storico, e se ne distinguono due tratti: uno tra ponte della Posta e ponte Teatro, l’altro tra ponte Teatro e ponte di Ferro. Un’attività piacevole e rilassante adatta a tutti.

Cosa fare con i bambini a Merano

Essendo immersa nella natura Merano è la meta ideale per attività divertenti da fare insieme alla famiglia anche con bambini piccoli. Vediamo alcune attività tra le più divertenti:

  • Dimostrazioni di volo dei rapaci recuperati dal Centro Recupero Avifauna, vicino Castel Tirolo, il quale si occupa di uccelli in difficoltà. Ogni anno qui vengono curati circa 250 uccelli che una volta tornati in piena salute vengono rilasciati nel loro habitat naturale. È possibile visitare il centro e conoscere gli uccelli tutti i giorni tranne il lunedì e due volte al giorno si può assistere alla dimostrazione di volo di aquile, gufi ed altri rapaci.
  • Outdoor Kids Camp, alle spalle della stazione a monte della funivia Merano 2000 si trova un vero e proprio paradiso per bambini: 10 strutture in legno dove i vostri figli si possono arrampicare, correre e sfogarsi a volontà. Per i più piccini c’è pure un piccolo Ranch con pony e capre, che possono essere accarezzati per un’esperienza a contatto con la natura.
  • Nel bel mezzo del centro di Merano, di fronte alle Terme si trova la Terrazza sul Passirio. Ideale per una sosta nei giorni caldi per adulti e bambini, questa terrazza ha molto da offrire anche se sembra strano. I bambini infatti possono scendere vicino al fiume e correre sul prato o giocare con i sassolini, ma questa attività è capace di intrattenerli per ore, mentre i genitori si riposano e si rilassano controllandoli dall’alto.
  • A Rablà, a circa 10 minuti da Merano in macchina, si trova il Mondo Treno, la più grande installazione di trenini d’Italia. Con 20.000 pezzi diversi è stato ricostruito L’Alto Adige in questa miniatura molto dettagliata costruita su una superficie di ben 300 metri quadrati. Per i bambini c’è uno spazio dedicato dove possono toccare con mano il mondo dei trenini e c’è anche la possibilità di guidare un trenino.

Cosa mangiare a Merano

I piatti tipici della regione Alto Adige sono tutti buonissimi e trovano la loro massima espressione nei locali di Merano dove potrete gustarli in molti modi.

  • Canederli al burro o in brodo: un tipo di pasta tipica molto usata e mangiata nella regione;
  • Kaiserschmarren: dessert a base di marmellata di mirtilli e uova;
  • Schüttelbrot: un tipo di pane duro con segale, cumino e finocchio, della tradizione contadina;
  • Krapfen: altri dolci tipici, fritti e riempiti con marmellata di lamponi o crema al marsala;
  • Speck, Formaggio e altri prodotti a km 0: vale la pena assaggiarne il più possibile perché sono ottimi

Come arrivare a Merano

Merano si trova in una valle, la natura che la circonda rende raggiungerla non estremamente facile, ma è comunque ben collegata con il resto d’Italia e d’Europa. L’aeroporto più vicino è quello di Bolzano, seguono Verona e Innsbruck; da questi è possibile raggiungere Merano con un Bus o un Treno.

La stessa cosa vale per chi arriva in treno, da tutte le grandi città vicine si possono trovare collegamenti con Merano. Con il bus a volte si possono trovare delle linee dirette se di parte dalle città del Nord, mentre dal Sud si dovrà comunque fare scalo a Bolzano o in un’altra città nelle vicinanze e poi prendere un treno o un altro bus di collegamento per Merano.

Eventi a Merano

Anche gli eventi principali a Merano riguardano la natura o comunque festeggiano la stagione che la città attraversa.

Vediamo quali sono i più importanti.

  • Merano Flower Festival: il festival dei fiori, tipico della primavera, in cui si festeggia il risveglio della natura, ci sono ovviamente bancarelle di ogni tipo, ma i protagonisti sono i fiori e le piante con il più grande mercato dei dintorni ed esposizione e vendita di piante rare per ogni gusto;
  • Festa dell’Uva: una delle feste più sentite dai cittadini e abitanti dei dintorni che festeggia ovviamente la maturazione e raccolta dell’uva e i suoi vari usi tra cui la produzione di buonissimi vini tipici, una festa di impronta enogastronomica in cui però non mancano i divertimenti, addirittura viene organizzata una sfilata di carri per l’occasione;
  • Mercatini di Natale: le feste di Natale e il periodo precedente sono molto sentite a Merano, forse è complice la bellissima atmosfera che la cittadina crea che coinvolge immediatamente tutti quelli che ci mettono piede, allestimenti bellissimi e tante bancarelle da cui comprare e attività da fare.

Quando andare a Merano

Merano è bellissima tutto l’anno, nelle stagioni calde è ottima per le attività sportive e per godersi la natura, in primavera è splendida per le fioriture e per le passeggiate che offriranno viste uniche, in autunno si mangia benissimo e molti dei prodotti tipici sono fatti freschi proprio in questa stagione, inoltre non è troppo freddo e non è troppo caldo se si trova una giornata giusta per godersi la natura.

In inverno c’è la magia del freddo e della neve, non si può stare moltissimo all’aperto, ma i paesaggi naturali e la città abbellita da mille luci con magari anche i mercatini di Natale valgono già la pena da soli.

Cosa vedere nei dintorni di Merano

Nelle immediate vicinanze di Merano non ci sono altre grandi città da visitare, tutto ciò che c’è di bello da vedere riguarda la natura. Anche solo con 15 minuti di spostamenti si trovano grandi parchi, passeggiate in montagna, parchi giochi attrezzati per bambini o famiglie che offrono attività sportive o di intrattenimento, percorsi sull’acqua che sfruttano i numerosi fiumi, gite organizzate per la raccolta e la degustazione di prodotti tipici. Insomma attività di tutti i tipi per chi ama la natura e vuole farne la protagonista del proprio viaggio.

Le maggiori attrazioni naturali sono:

  • Monte San Vigilio Lana, raggiungibile in funivia o con una lunga ma piacevole passeggiata;
  • Knottnikino: un punto panoramico detto “il cinema natura” raggiungibile con 50 minuti di passeggiata verso l’alto, ci sono delle sedute proprio di fronte a un bellissimo panorama;
  • Cascata Fragsurg: un salto di 100 metri impressionante da osservare da vicino;
  • Cascata di Parcines: la cascata più alta e famosa dell’Alto Adige da cui si apre il mondo della Val Venosta altra valle visitabile se ci si vuole spostare un po’ di più.

Ci sono alcuni borghi, formati principalmente dagli antichi castelli, che vale la pena vedere e si visitano velocemente e facilmente come:

  • Scena: un piccolo paese caratterizzato da case pittoresche, viste mozzafiato e un castello antico interamente visitabile;
  • Marlengo: paese in posizione panoramica, con viste su frutteti e vigneti e una passeggiata tutta intorno al borgo con una vista indimenticabile, nelle vicinanze si trova anche lo stabilimento e la birreria Forst, in inverno si può guastare una birra accompagnata da prodotti tipici in una sala tipica tirolese mentre in estate si può godere del giardino all’aperto.
  • Tirolo: il paese con il famoso castello in posizione panoramica sopra la conca che ospita Merano, oggi ospita un museo storico sui castelli della zona.

Dove dormire a Merano

Se soggiornate a Merano il punto più conveniente dove dormire è sicuramente il centro, da qui potete trovare tutti i collegamenti necessari verso fuori e la partenza dei maggiori tour organizzati. Se però volete soggiornare fuori i luoghi più consigliati sono gli agriturismi, dove potete unire il dormire a un piacere di tipo enogastronomico.

Cosa non fare a Merano

Visitando Merano è praticamente obbligatorio fermarsi per una tappa, anche breve alle terme e svolgere le attività di benessere che si trovano al loro interno.

Lascia un Commento

WordPress Video Lightbox