Pescocostanzo, cosa fare e cosa vedere

Cosa vedere a pescocostanzo e dintorni

Pescocostanzo un borgo capolavoro che si trova in Abruzzo è un piccolo paese ma con tanto da offrire.

Grazie al suo meraviglioso patrimonio naturalistico attira turisti in tutte le stagioni, d’inverno è una delle mete sciistiche più richieste e in primavera estate è un paradiso per gli amanti del trekking o delle numerose attività in mezzo alla natura. Il centro storico costituito dall’antico borgo è un dedalo di stradine intrecciate con botteghe tipiche, chiese, palazzi antichi e molto altro da scoprire.

LEGGI ANCHE: Scanno

Dove si trova Pescocostanzo

La cittadina di Pescocostanzo si trova nel Parco della Maiella ad una altitudine di 1395 metri, appena sotto il Monte Calvario. Distante soltanto 200 km da Roma e circa 100 dal capoluogo di regione l’Aquila è in una posizione perfetta incastonata tra le montagne.

Cosa vedere a Pescocostanzo

Pescocostanzo offre attività culturali oltre che naturali, all’interno del borgo i palazzi storici meritano tutti una visita, così come le chiese e le botteghe artigiane sparse per i vicoli nei quali è bello perdersi durante una passeggiata all’insegna del relax e degli acquisti.

Ci sono anche dei musei a Pescocostanzo che per quanto piccoli possono essere interessanti ad esempio il Museo del Tombolo che rappresenta l’economia e l’antica storia cittadina.

La passeggiata potrebbe durare tranquillamente 1 giorno, ma se fatta in 2 giorni diventa più rilassante con meno fretta e permette di gustare molto altro come la gastronomia di Pescocostanzo che non è assolutamente da sottovalutare.

La Basilica di Santa Maria del Colle

Una scalinata che porta a un punto panoramico da dove la vista può comprendere la piazza sottostante, il municipio, la torre dell’orologio e le montagne di Pescocostanzo, porta a questa chiesa di cui esiste documentazione fin dal 1108. La basilica attuale risale al XVI e XVII secolo quando risulta dai documenti una sua ristrutturazione e ampliamento importanti.

Una struttura particolare, almeno se confrontata con altre chiese in Abruzzo, ha una portale d’ingresso tardo romanico e all’interno è composta di 5 navate, ognuna divisa in 3 campate con archi a tutto sesto. Le navate sono ricoperte con pregevoli soffitti a cassettoni in legno scolpito che incorniciano tele di ottima fattura rappresentanti scene religiose.

Notevoli anche il battistero e la fonte battesimale, in marmo pregiato, e l’altare della madonna del colle che contiene una statua di legno policroma della vergine, un meraviglioso esempio di scultura lignea Abruzzese del XIII secolo.

Piazza del Municipio

La piazza del municipio di Pescocostanzo è facilmente individuabile grazie alla Torre dell’Orologio che si trova proprio sopra il palazzo del municipio, una struttura risalente al XVIII secolo; il portone riporta la dicitura “Sui Domina” ovvero padrona di sé, a ricordare l’uscita del paese dall’asservimento feudale.

Davanti al palazzo al centro della piazza si trova anche una fontana, punto di incontro tra le 3 vie principali del borgo antico, risalente alla fine del 1800. Sempre nella piazza c’è un palazzo particolare che ospita ben 2 musei e che merita una visita di per sé, Palazzo Fanzango, sulla facciata sono presenti dei fregi a forma di drago alato e delle nicchie al posto delle finestre.

L’edificio era in origine un convento di clausura e per questo motivo l’assenza di finestre dovuta alle severissime regole a cui le monache erano sottoposte.

Via Roma

La classica via del corso presente in ogni città italiana, percorre il centro storico e contiene alcuni dei palazzi, edifici, botteghe e antiche dimore più importanti di Pescocostanzo. La strada termina su uno dei quartieri storicamente più importanti e antichi, risalente al 1500, del paese dove potrete visitare:

  • La casa del Barone d’Amata: un bellissimo esempio di dimora nobiliare pescoliana del XVI secolo;
  • L’antica Bucceria o Macello: riconoscibile dal portico antistante dove una volta venivano esposte le carni da vendere, risalente al XVI secolo;
  • Palazzo Grilli: un antico palazzo nobiliare contraddistinto da 4 torrette di difesa intorno al perimetro.

Chiesa di Sant’Antonio Abbate

Imboccando un vicolo che sale verso l’alto dalla piazza del municipio si arriva, dopo una scalinata e una salita, a questa chiesa che si trova nella parte più antica della città, dove è sorto il nucleo cittadino originale, denominata “Peschio”. Oltre a visitare la piccola chiesa dall’alto della collina si gode di una vista panoramica sul borgo e sulle montagne dietro esso.

Cosa fare a Pescocostanzo

Pescocostanzo è di grande interesse naturalistico per chi desidera visitarla, grazie alla sua posizione in montagna d’inverno è ovviamente un’ottima meta per gli sciatori o gli amanti della neve e degli sport invernali.

D’estate offre altrettanta freschezza per chi vuole scappare dalla città e rifugiarsi in un paradiso naturale dove le temperature sono miti e dove la natura rigogliosa offre numerose opportunità per rilassarsi e divertirsi con esperienze immersi nel verde. Gli amanti di ogni genere di sport all’aperto si ritrovano qui per trekking, escursioni a cavallo, percorsi in mountain bike; sono presenti strutture attrezzate per questi sport che comprendono anche le giuste attività per i bambini.

Cosa fare con i bambini a Pescocostanzo

I bambini possono trovare a Pescocostanzo un luogo magico che se presentato bene li affascinerà e convincerà a voler fare un giro del paese. Inoltre non mancano le attività sportive a loro dedicate in ogni stagione dell’anno, specialmente in inverno quando le montagne letteralmente prendono vita.

Se vi trovate a visitare il paese e volete organizzare un’attività per tutta la famiglia potete inoltre visitare il Bosco di Sant’Antonio. Si tratta di una riserva naturale protetta fin dal 1986, una foresta monumentale all’interno della quale è possibile passeggiare e perdersi tra i colori diversi che offre in ogni stagione, una zona perfetta per le attività sportive all’aperto e per far sfogare e correre i vostri bambini.

Cosa mangiare a Pescocostanzo

Pescocostanzo è una cittadina di montagna, non troverete delle ricette di pesce come al mare, ma sicuramente i prodotti tipici locali saranno perfettamente in grado di soddisfare i vostri palati.

Alcuni tra i piatti tipici più famosi sono in comune con altri territori della regione ad esempio gli arrosticini di pecora o il pollo e ragù all’abruzzese. Molto gettonati i piatti a base di pecora, capra o selvaggina le quali abbondano negli allevamenti sulla montagna o nei boschi e vengono cucinate in molti modi diversi, stufate, arrostite o con ottimi sughi. Ovviamente i salumi e formaggi tipici hanno una marcia in più e in cittadine come questa potete trovarne veramente a km 0 provenienti da allevamenti piccoli o addirittura da singoli allevatori quindi più controllati e gustosi.

Infine sono molto usati in cucina anche gli altri prodotti reperibili nei boschi quindi erbette, fiori e frutti per esempio le castagne che si accompagnano bene ai piatti di carne.

Come arrivare a Pescocostanzo

Pescocostanzo è raggiungibile in auto tramite autostrada dalle principali città italiane, gli aeroporti più vicini sono quelli di Roma e quello di Pescara, in treno invece è presente una stazione vicina al paese alla fermata Rivisondoli-Pescocostanzo.

Eventi a Pescocostanzo

Pescocostanzo è una cittadina vivace, visitabile in ogni stagione dove si troverà sempre qualcosa da fare o da vedere. Durante l’anno ci sono eventi di molti tipi diversi, vediamo i più importanti e sentiti dalla popolazione:

  • Estate a Pescocostanzo: una festa lunga tutta l’estate con la presenza di stand gastronomici al centro della cittadina e l’organizzazione di attività come teatro e cinema all’aperto, giochi, spettacoli vari, esibizioni e concerti in particolar modo dedicate ai giovani.
  • Festa degli Antichi Mestieri: un evento particolarmente importante per la gente del luogo che si tiene ogni anno nella cittadina, un evento imperdibile di fine estate, i protagonisti ripropongono le antiche professioni vestiti in costumi d’epoca; all’interno del borgo sono allestiti stand gastronomici e bancarelle piene di oggetti di artigianato fatti a mano dagli artigiani del luogo.
  • Festa del santo patrono San Felice: una festa religiosa ben organizzata che si tiene ogni anno il 18 Maggio, vengono organizzati spettacoli di vario tipo e ovviamente la tipica processione in onore del santo.

Quando andare a Pescocostanzo

Il periodo migliore per visitare Pescocostanzo va da Maggio a Ottobre, in questo periodo le precipitazioni sono scarse e la temperatura si mantiene tra i 20 e i 30 gradi, anche in estate.

Pescocostanzo ha un clima mediterraneo, l’estate è quindi calda e con poche precipitazioni abbastanza secca, mentre l’inverno è freddo e con abbondanti nevicate.

Cosa vedere nei dintorni di Pescocostanzo

Moltissime le cose da vedere intorno al borgo di Pescocostanzo che si trova davvero in un’ottima zona per organizzare una vacanza con decine di mete e attrazioni diverse visitabili. Vediamo quali sono le principali:

  • Parco nazionale della Maiella: appartenente al sistema delle numerose aree protette presenti nella regione Abruzzo, questo parco si caratterizza per l’elevata montuosità del suo territorio, costituito per oltre il 50% di cime superiori ai 2000 metri. L’area ha una vasta diversità morfologica e per questo motivo anche la sua fauna e flora si sono diversificate creando habitat per numerosissime specie viventi. Un ricchissimo patrimonio di biodiversità che è osservabile durante le passeggiate ed escursioni all’interno del parco.
  • Parco archeologico Ocriticum e Sulmona: un’area archeologica nella quale sono stati rinvenuti tre edifici sacri, di epoca romana, distribuiti su due livelli: sul livello superiore sono collocati i due templi maggiori, uno dedicato ad Ercole ed uno dedicato a Giove. Nel livello inferiore invece, si conserva il tempio più piccolo dedicato alle divinità femminili, Cerere e Venere. Il sito si trova nelle vicinanze della cittadina di Sulmona, famosa per la produzione di confetti e con un grazioso centro storico compatto, visitabile in una giornata.
  • Roccapia: incastonato tra i monti in una piccola valle esiste questo paese da fiaba. Le strette vie del borgo catapultano immediatamente nei tempi antichi, anche grazie ai balconcini fioriti, il fumo che esce dai comignoli e gli odori che fuoriescono passando accanto alle porte delle cucine su strada. Il borghetto è caratterizzato da un’architettura antica che rimanda al medioevo e per finire in cima ci sono i ruderi del castello Cantelmo Candora che ci lasciano immergere ancora di più nella magica atmosfera. Anche la vista sugli altipiani e la loro natura è spettacolare, merita una visita anche breve.
  • Roccaraso: una rinomata località sciistica invernale, molto più famosa di Pescocostanzo ma anche molto più attrezzata e con stazioni all’avanguardia, questa cittadina offre molto a chi vuole coniugare natura, cultura e divertimento in una sola visita. Si può raggiungere per passare una giornata diversa soprattutto d’inverno all’insegna dello sport.

Dove dormire a Pescocostanzo

Pescocostanzo è una cittadina che offre molto eppure è ancora abbastanza sottovalutata dal turismo di massa e fortunatamente questo mantiene i prezzi sotto la media rispetto ad altre località più famose.

In bassa stagione si può tranquillamente alloggiare in centro e visitare la città comodamente, senza spendere una fortuna. In alta stagione conviene forse spostarsi un po’ e alloggiare fuori città in modo da poter visitare anche i dintorni, ad esempio gli impianti sciistici in inverno e i parchi o le montagne d’estate.

Cosa non fare a Pescocostanzo

La cittadina è piccola e si muove lentamente, decisamente all’insegna dello slow tourism. Visitarla di fretta significa non godere di tutto ciò che ha a offrire, perciò prendetevi almeno 2 o 3 giorni per questo borgo e i suoi dintorni, infatti un altro vero peccato sarebbe vedere solo il borgo, quando la maggior parte del fascino di Pescocostanzo è racchiuso nelle sue meraviglie naturali.

Lascia un Commento

WordPress Video Lightbox