Procida, cosa vedere e cosa fare

AVVERTENZA COVID-19: I consigli e le informazioni riportati in questo articolo da considerarsi validi soltanto in assenza di disposizioni anti-contagio messe in atto dalle autorità governative locali.
procida cosa vedere

Soprannominata l’isola di Arturo, Procida, è sicuramente meno famosa della vicina Ischia, ma non per questo meno bella. L’attività economica prevalente dell’isola sono i mestieri del mare, ossia la pesca e la navigazione, purtroppo l’isola turisticamente è poco conosciuta e si cerca di promuoverla maggiormente negli ultimi anni, in modo da incrementare l’interesse soprattutto quello straniero.

Ciò che colpisce del panorama di Procida sono le case coloratissime. Essendo un’isola poco turistica la rendono davvero autentica e un paradiso.

Dove si trova Procida

La bellissima isola Campana è facilmente raggiungibile con l’aliscafo da Napoli della durata di circa un’ora. Infatti d’estate i napoletani la prendono d’assalto per trascorrere delle giornate bellissime nel suo mare meraviglioso.

Cosa vedere a Procida

Nei paragrafi successivi vedremo in dettaglio alcune cose che bisogna assolutamente vedere se vi trovate in vacanze in questa isola paradisiaca e coloratissima. Ma potrei parlare anche dei meravigliosi casali.

Uno dei casali meglio conservati a Procida è il Casale Vascello. Si tratta di un insieme di abitazioni, le quali hanno una corte interna in comune, create per difendersi dalle incursioni dei saraceni a partire dal 500. Si tratta di un posto davvero suggestivo, che da la possibilità di fare un tuffo nel passato, oltre ad ammirare l’architettura difensiva medievale. Questo casale lo si può raggiungere soltanto a piedi attraverso due passaggi stretti, che ovviamente potevano essere chiusi in caso di attacchi esterni.

Un’altra cosa da fare sicuramente a Procida è visitare la casa di Graziella, ispirato al romanzo di De LaMartine “Graziella”, che narra appunto della storia d’amore tra una giovane procidana di nome Graziella e lo scrittore. La casa, che in realtà non è che un museo, riporta gli interni di una casa dell’800. È un’occasione per conoscere affondo la cultura quotidiana di Procida, infatti ogni cosa, ogni ambiente è ricostruito nel minimo dettaglio.

Marina Grande a Procida

La Marina Grande è il punto nevralgico dell’isola, dove attraccano i traghetti dalla terraferma e da Ischia e da dove si raggiungono tutte le altre zone dell’isola. È insomma il biglietto da visita di Procida, rappresentato da tante case coloratissime posizionate in fila che si affacciano sul mare.

La Marina Grande è il centro dell’isola infatti troverete tutto ciò che vi occorre per muovervi, sul piazzale del porto ci sono le fermate degli autobus e taxi, oltre a ristoranti, bar e su via Roma invece troverete i negozi e le botteghe di artigianato. Gli abitanti di Procida hanno soprannominato la Marina Grande Sent ‘Co ( Sancio Cattolico).

Terra Murata

Al centro dell’isola si trova Terra Murata, si tratta del nucleo storico di Procida. Terra Murata è un piccolo borgo rimasto fermo nel tempo, precisamente al ‘500, anche questo costruito per difesa da attacchi dal mare. Va raggiunto a piedi o in autobus, ma ne vale la pena, perché da lì si potrà ammirare un panorama mozzafiato a picco sul mare e su tutto il golfo napoletano.

Vale la pena visitare Terra Murata per visitare L’Abbazia di San Michele Arcangelo, patrono dell’isola e per il Palazzo D’Avalos, che fino al 1988, ospitava un carcere.

Corricella

Corricella è un borgo marinaro molto conosciuto perché è il luogo dove è stato girato il film “ Il Postino” con Maria Grazia Cucinotta e Massimo Troisi, si tratta di un borgo davvero bello e il più antico di Procida. Si può tranquillamente definire il cuore pulsante dell’isola, dove poter godere di una bellissima passeggiata e ammirare le tipiche casette colorate dei pescatori.

Si consiglia anche di fermarsi nei pochi ristorantini tipici che propongono dei piatti con del pesce freschissimo e assaporare la quiete lontano dal caos della metropoli napoletana.

Vivara

Vivara fa parte di un’area marina protetta con il nome “Il regno di Nettuno “ che circonda anche Ischia e Procida. Quest’area è stata costituita nel 2007 per salvaguardare la natura, l’ambiente marino e i paesaggi di questi luoghi meravigliosi.

Questo consorzio cerca, oltre a salvaguardare l’ambiente di cui si occupa, anche di promuoverlo e di farlo conoscere, organizzando delle attività per toccare con mano ciò che c’è di più bello. Come ad esempio, visite guidate in barca, escursioni per osservare reperti archeologici sui fondali al largo di Procida e ammirare la colonia di delfini più importante del Mediterraneo e immersioni.

Mare e spiagge di Procida

L’isola di Procida, essendo appunto un’isola è ricca di spiagge, calette, insenature e baie incontaminate. Essendo appunto incontaminate, sono anche difficili da raggiungere. Alcune spiagge, infatti si possono raggiungere soltanto via mare o con sentieri difficili a piedi. Ma non vi preoccupate, ci sono anche spiagge attrezzate ideali per famiglie, che mettono a disposizione lettini, ombrelloni, bar e ristoranti.

Le spiagge più famose come quella della Silurenza e della Lingua le troverete vicino al porto. Dal porto con un autobus si possono raggiungere alcune spiagge come quella della Chiaia che si trova ad est, che ha un panorama non indifferente su Ischia, ma per arrivarci oltre all’autobus bisogna fare 182 scalini. Sulla parte ovest invece troverete la famosa spiaggia del Pozzo vecchio dove sono state girate alcune scene del film “ Il Postino “, ma oltre a questa meravigliosa spiaggia  troverete una lunga costa di sabbia nera che comprende le spiagge Ciraccio e Chiaiolella.

Cosa fare a Procida

A Procida si possono fare molte cose. Per i più sportivi quest’isola è davvero l’ideale, perché si possono fare delle escursioni che portano ad ammirare paesaggi stupendi, si può decidere di fare snorkeling e ammirare i fondali di Procida e nuotare nelle acque cristalline di quest’isola paradisiaca. Ma non preoccupatevi anche le giovani coppie potranno godere di tramonti romantici e cene davvero deliziose in riva al mare.

Cosa mangiare a Procida

Essendo un’isola, i piatti tipici di Procida sono quasi tutti di mare, infatti troverete pesce fresco come orate, alici, frutti di mare e palamiti in quasi ogni ristorante di Procida. Ma nonostante ciò come piatti tipici troverete anche molta verdura come carciofi, pomodori, peperoni, melanzane e limoni di Procida utilizzati per le insalate, di cui si utilizza la buccia per fare un buonissimo limoncello.

Tra i primi piatti troverete nei menu dei ristoranti molti piatti a base di pesce, mentre i secondi sono più a base di terra come ad esempio il coniglio alla procidana, il quale viene stufato in un tegame di terracotta per ore con erbe aromatiche e pomodoro.

Tra i dolci invece regnano gli agrumi, soprattutto il limone, tipiche sono le Lingue di Suocera, sottile pasta sfoglia farcita con crema al limone di Procida. Insomma se decidete di trascorrere una bella settimana di vacanza a Procida avrete molti piatti ottimi, anzi deliziosi da assaggiare e portare nel cuore.

Come arrivare a Procida

Raggiungere Procida è davvero facile partendo da Napoli, dal molo Beverello, ma anche da Pozzuoli e da Ischia, con i traghetti ed aliscafi della compagnia SNAV. Il viaggio a seconda da dove si parte dura dai 40 ai 60 minuti.

Eventi a Procida

Un rituale molto sentito tra gli abitanti dell’isola è il venerdì Santo, anche i bambini si preparano per allestire le raffigurazioni sceniche delle ultimi giorni di vita di Cristo. Durante questa processione che parte da Terra Murata e arriva al porto si sente molto lo spirito della tradizione in tutti gli abitanti.

Durante l’estate invece vi è la sagra del Mare, festa principale estiva, in cui viene scelta una ragazza che meglio rappresenti la bellezza mediterranea, in onore a Graziella, romanzo di LaMartine. Mentre in autunno, nel mese di novembre troverete di grande rilievo negli ultimi anni la festa del Vino.

Quando andare a Procida

Il periodo ideale per trascorrere una bella vacanza a Procida ovviamente è il periodo estivo per godere a pieno di ciò che più può offrire e parliamo quindi di gite in barca, nuotate in acque cristalline e tintarella in spiaggia. Potrebbe però essere molto bello anche dedicare del tempo per fare una bella passeggiata per godere della tranquillità anche durante le belle giornate primaverili.

Cosa vedere nei dintorni di Procida

Per muoversi da Procida bisogna farlo ovviamente in traghetto o in aliscafo. Da non perdere ovviamente nelle vicinanze c’è la bella Ischia, sicuramente più turistica rispetto a Procida, che vi regalerà una bella giornata.

Prendendo sempre l’aliscafo tornando verso la terraferma in una mezz’oretta c’è Pozzuoli, dove anche lì potrete fare una gita fuori porta. Mentre per visitare Napoli ovviamente non basterà una giornata. Si consiglia pertanto di trascorrere magari gli ultimi giorni a Napoli per godere delle ultime bellezze di questo territorio bellissimo.

Dove dormire a Procida

Procida non essendo una meta particolarmente turistica, non ha hotel molto grandi, o villaggi turistici, quindi rimane un posto molto incontaminato. Sull’isola non troverete molta folla nemmeno in estate se non durante il fine settimana, soprattutto frequentato da abitanti di Napoli che amano evadere dalla vita frenetica di città. Quindi le strutture che rimangono disponibili sono gli appartamenti in affitto e i bed and breakfast.

Durante il periodo estivo si consiglia comunque di prenotare in anticipo, visto che i prezzi in quel periodo sono abbastanza alti. I prezzi annuali possono variare dai 50 euro ai 180 euro a notte in alta stagione.

Nonostante le strutture non siano di alto livello l’accoglienza è davvero il fiore all’occhiello per quest’isola.

Cosa non fare a Procida

Si sconsiglia di trascorrere le vacanze invernali a Procida, essendo un’isola poco frequentata, d’inverno lo è ancora meno, e soprattutto non potreste fare molto se dovesse piovere per molti giorni. Quindi il consiglio è quello di aspettare almeno la primavera per ammirare il paesaggio con le belle giornate.

Procida è facilmente visitabile a piedi quindi consigliamo di non portare con sé l’auto, non c’è il divieto per le auto, tranne per alcuni periodi particolari. Si cerca però di salvaguardare la natura in un paesaggio così incontaminato, quindi perché non farlo? Sarebbero dei bellissimi giorni all’insegna di lunghe passeggiate dove si potranno vedere paesaggio davvero incantevoli.

Lascia un Commento