advertisement

Salerno, cosa fare e cosa vedere

Cosa vedere a Salerno
advertisement

Salerno è un capoluogo della regione Campania, il più vicino che fa da riferimento per le visite alla Costiera Amalfitana, ma la città non è soltanto un collegamento, può offrire molto ai visitatori che decidono di trascorrerci una vacanza o di passare per una gita.

Che si tratti di un giorno o di più vediamo quindi cosa vedere e fare a Salerno.

Dove si trova Salerno

Salerno si trova proprio alla fine della Costiera Amalfitana, sulla costa della Campania nell’omonimo golfo nel quale si affaccia con un grande porto commerciale e turistico.

Cosa vedere a Salerno

Durante una gita di un giorno a Salerno potete attraversare tutto il centro storico e il lungomare tranquillamente a piedi, non dimenticate di fermarvi ad assaporare qualche specialità tipica dello street food campano o di gustarvi una bella pizza o cena di pesce in uno dei tanti ristoranti sulla strada.

Se invece avete più giorni a disposizione troverete attrazioni da visitare, diverse a seconda dei periodi, e potrete anche godere del mare o visitare i dintorni.

Cattedrale di San Matteo

La chiesa più importante di Salerno di trova al centro su Via Alfano. Costruita in stile romanico nell’XI secolo da allora fu modificata e restaurata più volte, oggi è il principale luogo di culto cattolico della città. La cosa principale da vedere all’interno è la cripta, che è di per sé un capolavoro architettonico, nella quale viene custodito un ceppo sul quale si ritiene che siano stati decapitati ben tre martiri.

Via dei Mercanti

Questa via, oggi come in passato, è il cuore e il centro del commercio nella città di Salerno. Anticamente era conosciuta con il nome di Drapperia, perché i negozi erano principalmente di tessuti e stoffe.

La via ha origini medievali ed è lunga circa 1 km; lungo il percorso di trovano numerose chiese tra le più importanti di Salerno e anche palazzi antichi con molte attrazioni da visitare ad esempio la Pinacoteca custodita dentro Palazzo Pinto.

Giardino della Minerva

Questo giardino è sicuramente una delle attrazioni più visitate della città, si tratta di un orto botanico creato da un famoso medico della Scuola Medica di Salerno che era esperto di piante medicinali. Nel 1991 fu restaurato dall’amministrazione comunale e reso visitabile.

L’orto ha una particolare struttura che si intreccia con le mura antiche e un complesso sistema di distribuzione dell’acqua, inoltre è presente un microclima particolare caldo e umido che consente di coltivare particolari tipi di piante.

Lungomare di Salerno

Il lungomare di Salerno è il luogo perfetto dove rilassarsi, un giardino immenso di fronte al mare, con panchine e alberi che fanno ombra. Lungo circa 1,5 km e largo una trentina di metri, questo pezzo della città è ideale per riposare al fresco di sera o per fermarsi durante una passeggiata o ancora per riposare al fresco dopo un ottimo pranzo di pesce.

La vista sul golfo e su una parte della Costiera Amalfitana è semplicemente meravigliosa.

Castello di Arechi

Questo complesso appena fuori Salerno si raggiunge comodamente dalla stazione centrale con i mezzi pubblici. La visita a questa attrazione e ai bellissimi percorsi naturalistici all’interno della vegetazione mediterranea del parco che ha intorno, merita una giornata intera.

Il castello al suo interno è uno degli esempi di architettura medievale meglio conservati in Europa, al suo interno di trova anche il Museo Archeologico di Salerno, il Museo Multimediale e diverse altre mostre visitabili. Quando il tempo è buono si gode di una vista che va dalla Costiera Amalfitana fino a raggiungere Agropoli.

Acquedotto medievale

Questa struttura si trova alle porte del centro storico di Salerno e anticamente portava l’acqua dalle colline fino al monastero di San Benedetto. Interessante la storia della sua costruzione, la leggenda narra infatti che fu costruito dal mago salernitano Berliario in una sola notte, grazie all’aiuto di forze maligne.

Ancora oggi la superstizione vuole che passando sotto gli archi al tramonto o all’alba sia possibile entrare in contatto con i demoni e stringere dei patti con loro. Per le storie che le girano intorno questa maestosa costruzione è anche conosciuta come “Ponti del Diavolo”.

Complesso Monumentale di Santa Sofia

Questo complesso si trova in Piazza Abate Conforti e fu costruito nel X secolo per ospitare l’ordine Benedettino dedicato a Santa Sofia. Gli edifici sono stati ristrutturati di recente e oggi sono sede di importanti eventi e mostre che si alternano a seconda dei periodi.

Il complesso ha ospitato anno dopo anno esposizioni di famosi pittori come Picasso, Warhol, Caravaggio e altri; è anche teatro di manifestazioni storiche della città, feste pubbliche e fiere.

Mare e spiagge di Salerno

Salerno si trova a pochissimi passi dalla Costiera Amalfitana, sembra quasi normale pensare che se si vuole visitare una bella spiaggia ci si dovrebbe dirigere li; invece nell’intera provincia non mancano certo spiagge meravigliose, sopra tutte quelle del Cilento, da scoprire e godere.

Vediamone alcune:

  • Spiaggia di Via Allende, una spiaggia cittadina che rimane un po’ più appartata e lontana dal caos del centro ma non troppo, perfetta per godersi un giorno di relax tra un’esplorazione e l’altra;
  • Spiaggia di Santa Teresa, una spiaggia che si trova alla fine del lungomare Trieste, piena di vita e circondata da tutti i servizi che si possono desiderare, perfetta per una pausa durante le visite in città;
  • Baia degli infreschi, una spiaggia che si trova nella cittadina di Marina di Camerota, forse la più lontana da Salerno, ma ne vale decisamente la pena per godere delle sue acque azzurre limpide; è protetta da imponenti rocce si raggiunge solo attraverso un sentiero di trekking, abbastanza impegnativo, o via mare;
  • Conca dei marini, una spiaggia tra le più belle della zona, fatta di scogli e con il mare più azzurro del cielo, una volta in questa zona erano concentrati tutti i traffici marittimi del circondario, da questo proviene il suo nome;
  • Spiaggia dell’Arco Naturale, questa spiaggia si trova a Palinuro, non nelle immediate vicinanze di Salerno ma nemmeno lontano, il panorama naturale che la circonda è maestoso grazie ad un enorme arco di pietra sotto cui a causa di crolli non si può purtroppo più passare sotto, la spiaggia è comunque raggiungibile via mare, basta prendere le dovute precauzioni e stare lontani dalle rocce;
  • Spiaggia di Punta Licosa, questa spiaggia di Castellabate è particolare per la presenza di uno scoglio nel mare, la leggenda dice che si tratta della sirena Leucosia trasformata dopo essersi gettata dalla scogliera per un amore non corrisposto; l’area marina protetta è perfetta per chi ama fare snorkeling;
  • Spiagge della Costiera Amalfitana, in questo tratto della provincia di Salerno ci sono tantissime cale e spiagge, molto spesso però queste sono bellissime, ma difficili da raggiungere e anche molto affollate in certi periodi; il modo migliore per visitarle è via mare, noleggiando una barca o partecipando a uno dei tanti tour che si possono trovare.

Cosa fare a Salerno

Salerno e i suoi dintorni sono talmente pieni di attività da fare, attrazioni da visitare e luoghi da vedere che non saprete cosa fare prima. Se si hanno pochi giorni a disposizione, consiglio sempre di partire dalla visita della città con il suo centro storico, per poi spostarvi verso fuori man mano che esaurirete le cose da vedere.

Se avete solo un giorno a disposizione naturalmente potrete vedere meno, ma godetevi almeno una passeggiata al centro storico, un po’ di shopping e una bella mangiata a base di prodotti tipici.

Cosa fare con i bambini a Salerno

Praticamente tutte le attività che si possono fare a Salerno sono adatte ai bambini, se però i vostri piccoli si annoiano facilmente o non sono molto propensi a camminare per tutto il giorno ce ne sono 3 in particolare che li lasceranno a bocca aperta e contenti di aver vissuto questo viaggio insieme a voi.

  • Ludoteca La Fabbrica Dei Sogni, in questo centro che si trova in via Mercatello a Salerno potrete lasciare i vostri bambini nelle mani di educatori professionisti, mentre vi dedicate ad attività più da adulti, che li faranno giocare, apprendere e passare qualche ora di puro divertimento; la struttura ha un parco giochi interamente “soft” cioè senza rischio di farsi male cadendo o sbattendo su del materiale duro; un vero paese dei balocchi.
  • Blue Park, questo parco giochi a contiene tutto ciò che un bambino possa desiderare, se volete passare una giornata diversa con i vostri figli, durante una gita a Salerno, questa è sicuramente l’opzione migliore. Scivoli gonfiabili, parco avventura, area giochi suddivisa per età e addirittura una pista con go-kart elettrici al coperto.
  • Giornata in spiaggia, sicuramente i vostri bambini noteranno la vicinanza del mare durante la vostra visita a Salerno, non potrete quindi negare loro di passare del tempo in una delle spiagge cittadine, se fa freddo potete semplicemente passeggiare, correre e divertirvi per un paio d’ore, mentre se nella bella stagione potrete anche fargli fare un bagno magari mentre voi prendete un aperitivo.

Cosa mangiare a Salerno

Il piatto tipico e unico della città di Salerno è la Milza Imbottita, che si può trovare in alcuni chioschi street food sul lungomare, ma principalmente per le strade durante le celebrazioni della festa del Santo Patrono San Matteo. Si tratta di interiora di animale condite in modo speciale con ricette tutte diverse che si tramandano di famiglia in famiglia di generazione in generazione.

Per il resto le specialità di Salerno non sono diverse dalle tipiche specialità campane conosciute in tutto il mondo. Prima su tutte la pizza, ovviamente margherita, ma anche di altri tipi. In secondo luogo i piatti a base di pesce, i famosi scialatielli ai frutti di mare. In ultimo tra i cibi più conosciuti i dolci: babbà al rum, sfogliatelle alla ricotta e torta caprese.

Come arrivare a Salerno

Salerno è raggiungibile in automobile tramite l’autostrada Salerno Reggio Calabria, in autobus e in treno dalla maggior parte delle città italiane compresa Napoli, in nave dai principali porti italiani. L’aeroporto più vicino è quello di Napoli.

Eventi a Salerno

Una delle celebrazioni più importanti a Salerno è la festa del Santo Patrono San Matteo, normalmente celebrata il 21 Settembre in questa città è talmente importante che viene celebrata anche il 6 Maggio. Il santo salvò la città dagli attacchi dei pirati ed è per questo motivo che è così importante e venerato.

Un importante evento musicale in città è il Salerno Festival, che è ormai alla sua ottava edizione, si tratta di un festival per gruppi corali provenienti da tutto il mondo che si sfidano l’un l’altro.

La cultura è invece rappresentata dal Festival della Letteratura di Salerno che si tiene ogni anno la seconda metà di Giugno, il festival è particolarmente legato al territorio e ai poeti che lo rappresentano. Durante il festival i vari stand invadono la città valorizzandone gli angoli migliori.

Quando andare a Salerno

Salerno con i suoi eventi e le sue attrazioni è visitabile in qualsiasi periodo dell’anno. Se volete godervi le passeggiate evitte magari i mesi primaverili per eliminare il rischio di pioggia.

Cosa vedere nei dintorni di Salerno

Come detto più volte la provincia di Salerno non è soltanto la Costiera Amalfitana, ci sono così tante bellezze da vedere che non è possibile elencarle tutte. Vediamo le principali:

  • Paestum, uno dei siti archeologici più importanti in Italia, si trova a un oretta di viaggio da Salerno;
  • Agropoli, considerata la porta del Cilento perché si trova proprio all’inizio da questo tratto di costa, un meraviglioso borgo medievale affacciato sul mare, ancora abbastanza fuori dalle mete del turismo di massa;
  • Sorrento, erroneamente considerata da molti come parte della Costiera Amalfitana, questa cittadina possiede in realtà il suo golfo e il suo tratto di costa, oltre ad essere famosa per i limoni;
  • Padula, una cittadina non lontana da Salerno, principale attrazione è la Certosa di San Lorenzo;
  • Castellabate, un luogo meraviglioso con tante cose da visitare e panorami mozzafiato.

Dove dormire a Salerno

Ci sono davvero molte scelte per quanto riguarda gli alloggi a Salerno: dai B&B agli appartamenti, dagli hotel agli ostelli. I prezzi sono in linea con molte capitali Europee, sicuramente meno costosa rispetto alla Costiera Amalfitana.

Considerando che la città è parecchio trafficata, conviene alloggiare al centro per visitare la città e magari spostarsi fuori per poter visitare i dintorni.

Cosa non fare a Salerno

La cosa da non fare assolutamente a Salerno è non assaggiare i prodotti tipici, sarebbe un’eresia andare e mangiare solamente fast food; non solo Napoli è la capitale del gusto nella regione, le altre città sono altrettanto ferrate quando si tratta di prelibatezze da portare in tavola.

Lascia un Commento

WordPress Video Lightbox