advertisement

Salisburgo, cosa fare e cosa vedere

Cosa vedere a Salisburgo
advertisement

Una città come una fiaba, bella, magica e seducente come poche, Salisburgo è una città pazzesca, piena di attrazioni ed attività da svolgere, Scopriamo insieme quando cosa fare e cosa vedere in questa splendida città.

Dove si trova Salisburgo

Salisburgo è una città dell’Austria, che comprende circa 140.000 abitanti; vicinissima al confine con la Baviera meridionale, è situata in una posizione di singolare bellezza sul fiume Salzach affluente dell’Inn. Fu un antico centro romano con il nome di Iuvavum o Iuvavia elevato dall’imperatore Claudio.

Nell’VIII secolo, San Bonifacio vi istituì un vescovado che in seguito, divenne con il vescovo Arno, un arcivescovado di grande importanza, tanto da ottenere dagli Asburgo il titolo di Principi dell’Impero per i suoi vescovi. La città vanta di tanti edifici storici, e di tante attività da svolgere.

Cosa vedere a Salisburgo

Oltre alle tantissime attività organizzate per i turisti e non, ci sono molte cose da vedere a Salisburgo, come ad esempio i diversi monumenti in barocco italiano, il Duomo, la chiesa di St. Peter in stile romanico nel cui cimitero riposa la sorella di Mozart “Nannerl”, il convento benedettino di Nonnberg con affreschi del XIII sec., e la chiesa dei Francescani (Franziskanerkirche).

Fortezza Hohensalzburg

Dall’alto del Mönchsberg si trova la possente fortezza di Hohensalzburg che domina dal lontano 1077 l’Altsdat, il nucleo più antico della città. Costruito nell’ XI secolo per volere dell’arcivescovo Gebhart durante il conflitto fra il Papato e l’Impero per la prerogativa dell’ordinazione dei vescovi.

Oltre ad essere uno degli emblemi più famosi di Salisburgo, il complesso militare medioevale è anche una delle fortezze più grandi e meglio conservate in Europa. Possiamo trovare all’interno la sala d’oro, con una decorazione del soffitto che imita il cielo stellato, le Camere dei principi, tra le quali spicca la tardogotica “Goldene Stube“, la stanza d’oro, rivestita di legno intagliato, policromo e dorato e con un’antica stufa di maiolica splendidamente decorata, e  straordinaria è la vista dalla terrazza panoramica.

Duomo di Salisburgo

L’edificio sacro e più importante della città, è il Duomo. Fondata nel 767 dal vescovo Virgilio in onore dei santi Ruperto e Virgilio (i patroni della regione), la cattedrale fu più volte distrutta e ricostruita, ampliata e modificata. La sua forma attuale, risalente alla prima metà del XVII secolo, è opera dell’architetto italiano Santino Solari, che ne fece il primo edificio sacro di inizio barocco a nord delle Alpi.

Gravemente danneggiata dalle bombe della Seconda Guerra Mondiale, la chiesa tornò al suo splendore nel 1959 grazie ai lavori di restauro che le restituirono la cupola e parte del presbiterio distrutti sotto i bombardamenti del ’44. Il Duomo presenta una cupola ottagonale, torri gemelle e l’elegante facciata in marmo dell’Untersberg ornata di statue di vescovi e santi, caratterizzano la monumentale costruzione.

Presenta all’interno molte decorazioni sulla vita, passione e morte di cristo, ed è caratterizzata da tre portali in bronzo, che simboleggiano la fede, la speranza e la carità;  presenta un’unica navata alla quale si affiancano 4 cappelle laterali impreziosite da stucchi e dipinti.

La casa di Mozart

Oltre ad essere una bellissima città di arte e divertimento, Salisburgo è anche la città della musica e del grande Mozart. Qui possiamo trovare la sua casa, situata proprio nel cuore della città, il  palazzetto trasformato in museo nel 1880 custodisce al terzo piano, ritratti e cimeli della famiglia, documenti ufficiali, effetti personali ed alcuni degli strumenti utilizzati dal compositore (clavicordo, piano a coda, viola, il violino da concerto e il piccolo violino suonato da Amadeus bambino).

In Makartplatz 8 si trova invece, l’appartamento in cui visse la famiglia Mozart nel 1773, e dove Amadeus vi abitò fino al 1780, anno in cui si trasferì a Vienna. L’esposizione del museo si concentra sulla vita e le opere del grande musicista che proprio tra queste mura compose la grande opera del “Re pastore”.

Castello Mirabell

Il nome Mirabell deriva dalla combinazione delle due parole italiane mirabile e bella. Fu fatto costruire nel 1606, ed è un’altra opera d’arte da visitare a Salisburgo. Presenta un bellissimo giardino riallestito nel 1699, presenta la fontana pegaso con la grande scultura del cavallo alato, e intorno 4 sculture, realizzate da Ottavio mosto le quali rappresentano i quattro elementi fuoco,  acqua, terra e aria. La Sala dei marmi, l’ex salone delle feste del principe arcivescovo, è considerata una delle “sale per matrimoni più belle del mondo”.

Vi hanno suonato già Leopold Mozart e i suoi figli Wolfgang e Nannerl. Oggigiorno vi vengono celebrati regolarmente matrimoni, vi si tengono convegni e vi vengono conferite onorificenze. La Sala dei marmi ospita anche i suggestivi Concerti nel Castello Mirabell. La “Scala degli angeli”, che conduce alla sala, è decorata con numerosi putti.

Il  Castello Mirabell vanta una storia movimentata. Oggi nel castello sono ubicati gli uffici del sindaco di Salisburgo e dell’amministrazione comunale.

La residenza di Salisburgo

Uno degli edifici storici più importanti della città è la residenza di Salisburgo. Presenta sontuose sale, come la sala dei carabinieri, la sala dei cavalieri e la sala delle udienze. Al terzo piano possiamo ammirare una galleria con una collezione di dipinti risalenti al XVI e XIX Sec.. questa residenza è simbolo del potere dei principi arcivescovi di Salisburgo. Il palazzo fu fatto costruire tra il 1596 e il 1619 dal principe arcivescovo Wolf Dietrich von Raitenau nel luogo in cui sorgeva l’antico vescovado dell’XI secolo, e ampliato nel 1788-92.

Il grandioso edificio fu la residenza urbana e la sede di rappresentanza dei potenti arcivescovi fino all’inizio del XIX secolo, quando Salisburgo entrò a far parte dell’impero asburgico.

Chiesa dei Francescani

La chiesa dei francescani nasce intorno al 1642, quando questa struttura di ordine gotico, fu ceduta all’ordine fondato da San Francesco. Nel XVIII secolo, il grande architetto e scultore austriaco Johann Bernhard Fischer von Erlach (1656-1723), ne ridisegnò gli interni in stile barocco. Nella chiesa dei Francescani di Salisburgo, le note dell’organo laterale attraversano la navata e arrivano all’altare: musica celestiale che penetra la fine bellezza barocca e regala un senso divino. In  piedi, vicino ai vecchi banchi in legno del coro, ascolto e guardo questo insieme originato nei secoli: arte sovrapposta di preghiera, lavoro, e stili diversi.

Era il 700 quando qui venne edificato il primo edificio ecclesiastico – uno dei più vecchi della città austriaca. Dentro è buio, e i raggi del sole che filtrano dalle finestre faticano ad attraversare l’aria spessa d’incenso. Sospinto dalla musica dell’organo che suona soave, sono arrivato sino a dove la chiesa dei Francescani di Salisburgo finisce: il coro. Presenta nove cappelle decorate in stile barocco risalenti al  XVIII secolo.

L’altare maggiore della chiesa dei Francescani di Salisburgo è di marmo rosso e oro. Dietro ce ne è un altro, in marmo alato del 1561. Sopra, al centro, si trova una statua della Madonna che risale al periodo tardo gotico (1495-1498) ed è stata scolpita da Michael Pacher del Tirolo. Sulla scala del pulpito c’è un leone in marmo del XII secolo: l’animale sovrasta un uomo che con tutte le sue forze spinge la spada nel ventre del felino. Mentre sto per uscire, l’organo smette di suonare. Nella chiesa dei Francescani tutto è pace.

Cosa fare  a Salisburgo

A Salisburgo ci sono davvero tantissime attività da svolgere. Oltre a visitare le varie opere d’arte come il duomo, la chiesa, la fortezza ecc.., si può anche fare un giro per la città e visitare i vari negozi che vendono molte cosine per i turisti, andare in giro (soprattutto nel periodo natalizio) per i mercatini di Salisburgo, oppure partecipare  ai vari eventi organizzati.

Cosa fare con i bambini a Salisburgo

Se si hanno dei bimbi non bisogna scoraggiarsi perché si hanno davvero fa fare tantissime attività per farli divertire e rendere le loro vacanze uniche. Un esempio è il giro in battello, dura una quarantina di minuti, si vede una Salisburgo del fiume. Il capitano li fa giocare a pilotare la barca e ad essere dei pirati, è divertente e ideale per i giorni di pioggia, si può visitare il castello di mirabell, poiché ha un bel giardino, un parco giochi. Si può visitare il teatro delle marionette, famoso in tutto il mondo per la sua storia, tante’ che le sue rappresentazioni vengono portate dal Giappone agli Stati Uniti. Poi passeggiate per il centro e tanto shopping non annoia mai.

Cosa mangiare a Salisburgo

Quando si va a Salisburgo di certo non si può non assaggiare dei piatti tipici austriaci, come le salsicce e lo speck della casa, ma anche i spetzle e lo strudel di mele, poi tipico ancora troviamo la zuppa a base di verdure e/o carne alla quale segue poi, un piatto di carne come i fleischknodel (polpettine di carne) o il bierfleisch (stufato di manzo alla birra), o la classica salsiccia bollita con mostarda.

In autunno, si mangia molto la selvaggina, soprattutto anatra, fagiano e cervo e per concludere i dolci tipici che sono davvero deliziosi. Ovviamente ci sono anche dei menù per i bambini, realizzati proprio per loro senza tante particolarità che potrebbero non piacere ai piccoli.

Come arrivare a Salisburgo

Ci sono molti modi per raggiungere Salisburgo, in quanto è situata in una posizione ideale fra Monaco di Baviera e Vienna, ed è quindi ben collegata da ogni punto cardinale. La moderna stazione centrale, l’aeroporto vicino al centro della città e i numerosi collegamenti degli autobus facilitano l’arrivo in questa splendida città.

Eventi a Salisburgo

Città di arte, cultura, buon cibo e tanto altro, e di certo non possiamo farci mancare i vari eventi. Tra i più famosi ricordiamo due eventi in particolare, famosissimi di Salisburgo, come i mercatini di Natale, il mercatino di Gesù bambino è quello più famoso e  più antico, troviamo prodotti di artigianato, giocattoli, addobbi, figurine per il presepe, ma anche dolci, e piatti tipici.

Un altro evento famoso è il concerto che si tiene per il festival della musica, per circa sei settimane il festival prevede  un programma ricchissimo di concerti, spettacoli teatrali e opere liriche, messi in scena in diversi luoghi della città, come: teatri, piazze, sale concerto, parchi.

Quando andare a Salisburgo

Non ci sono mesi perfetti o meno perfetti per visitare Salisburgo, ognuno va quando ritiene opportuno, però in base al clima ci sono delle preferenze. Per visitare Salisburgo sono agosto e settembre i mesi più scelti dai turisti, anche se agosto è ancora molto caldo, quindi se non si ama molto il sole, si può optare direttamente per delle belle settimane a settembre che è il mese perfetto, non freddo e non caldo.

Dicembre è Gennaio sono sconsigliati in quanto mesi più freddi, però se non si vogliono perdere i mercatini natalizi bisogna armarsi di un bel cappotto è uno sciarpone e correre a Salisburgo. Maggio, giugno, aprile e luglio sono sconsigliati in quanto mesi più piovosi.

Cosa vedere nei dintorni di Salisburgo

Se ci si vuole allontanare da Salisburgo possiamo trovare altre bellissime mete da raggiungere. Grödig ad esempio, non molto distante, offre escursioni, gite sportive, arte cultura e luoghi per innamorati, poi c’è Salzkammergut dove si trovano laghi meravigliosi, piccole località come Bad Ischl o Gmunden, accoglienti baite, bei campi da golf e ampie piste innevate.

Dove dormire a Salisburgo

In città si trova posto facilmente anche se non sempre a buon mercato. L’accoglienza turistica è di ottimo livello, in linea con la tradizione austriaca. Un hotel in centro 3 stelle, costa a partire da 80 euro per notte in camera doppia.

Cosa non fare a Salisburgo

Non ci sono particolari cose da non fare, poiché tutto è consigliatissimo da visitare e tutte le attività sono consigliatissime da fare.

Lascia un Commento

WordPress Video Lightbox