advertisement

Scanno, cosa fare e cosa vedere

Vacanza a Scanno
advertisement

Scanno è un comune italiano che registra 1700 abitanti circa. Si tratta di una località naturale particolarmente apprezzata in Abruzzo e si erge, come si evince dal nome, sul Lago di Scanno.

Il borgo offre numerosi paesaggi naturali, monumenti e luoghi di interesse nei quali passare un week end o una permanenza di più giorni che permetta di visitare anche i luoghi limitrofi.

Dove si trova Scanno

Scanno è un borgo della provincia dell’Aquila posto tra i monti Marsicani, in particolare nella valle del Tasso-Saggittario, a pochi passi dal Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

La posizione strategica pone Scanno perfettamente al centro tra il gruppo del monte Genzana, zona limitrofa all’Altopiano delle Cinquemiglia, e alla conca di Pescasseroli Opi. Il punto chiave che rende il luogo così gettonato è la vicinanza al Parco Nazionale, all’interno del quale è possibile ammirare paesaggi mozzafiato sia naturalistici sia faunistici.

Cosa vedere a Scanno

Il borgo di Scanno al suo interno offre numerosi scorci paesaggistici da ripercorrere in lungo e in largo. Oltre alle attività all’aperto c’è un centro storico da ammirare, il museo della lana e diversi luoghi di culto. Si tratta di un borgo abruzzese nel quale soggiornare per rigenerarsi totalmente e scandire la permanenza tra natura e ottimo cibo.

Centro storico di Scanno

La chicca del comune abruzzese è sicuramente il centro storico, un crocevia di stradine e monumenti storici nei quali perdersi. In un continuo saliscendi e case in pietra con balconcini in ferro battuto e fiori, il centro storico di Scanno è un luogo di immutato fascino. Passeggiando è possibile ammirare palazzi dalla struttura semplice e lineare affiancati a costruzioni d’ispirazione barocca.

Il borgo trasuda storia in ogni angolo, di impatto sono ad esempio la fontana di Sarracco e la Chiesa di Sant’Eustachio.

Chiesa di Santa Maria della Valle

Ogni luogo nuovo merita di essere corredato da una visita in quei simboli legati alla storia e alla tradizione del paese.

A Scanno è irrinunciabile fare capolino alla Chiesa Parrocchiale di Santa Maria della Valle, detta anche dell’Assunta. Si tratta infatti della chiesa principale del comune abruzzese e si trova nell’omonima piazza principale. La data di costruzione è un’incognita ma alcuni elementi architettonici lasciano intendere che sia stata edificata attorno al XII secolo o prima. Lo stile è romanico abruzzese.

Chiesa di Sant’Eustachio

Un altro luogo di culto da non perdere in visita a Scanno è la Chiesa di Sant’Eustachio, una costruzione risalente al XII secolo e storicamente nota come principale chiesa del comune. La Chiesa di Sant’Eustachio subì una demolizione nel 1693 in seguito al terremoto di Sora e venne ricostruita dall’Università di Scanno ed dai fedeli nel 1712. La facciata è romanica mentre l’interno è in stile barocco.

Chiesa della Madonna del Lago

Un luogo di culto dal quale è bene non esimersi a Scanno è la Chiesa della Madonna del Lago. Si tratta di una piccola costruzione monumentale posta sulla sponda sudoccidentale del lago. L’accesso alla chiesa è attraverso la strada statale 479 Sannite. Il monumento è stato negli anni più volte ristrutturato, tanto che nel corso del tempo è stato anche ampliato.

La chiesa venne edificata nel 1697 ed p stata consacrata nel 1702 in onore dell’Annunziata. È molto interessante scoprire che a questa chiesa è legata una leggenda popolare secondo cui durante una tempesta di neve un viandante si trovò a viaggiare su un carretto ma, infittendosi il maltempo, guidò a mano l’asino e venne guidato da una luce verso una piana dove sbocciò una normale giornata di primavera nonostante nuvole e pioggia.

Soltanto arrivato al termine del percorso, e scrutando all’orizzonte il paese, la luce cessò. il viandante si rese conto così di aver attraversato il lago ghiacciato a piedi. Anni dopo, nel luogo in cui apparve la luce, si decise di costruire la chiesa.

L’eremo di Sant’Egidio e il sentiero del Cuore

L’eremo di Sant’Egidio e il sentiero del Cuore sono due luoghi vicini che determinano la bellezza paesaggistica di Scanno. Il sentiero deve il suo nome alla forma a cuore di cui si caratterizza il lago e che è ben visibile attraverso il percorso. Dopo un percorso di strada asfaltata bisogna seguire un sentiero sterrato, tenendo a mente però che purtroppo non è segnalato.

Dal punto più alto sarà visibile il miglior scorcio del lago, visibile sulla destra, mentre a sinistra ci sarà un’istantanea indimenticabile del borgo di Scanno. Per raggiungere l’eremo di Sant’Egidio, in assoluto il punto con la migliore visuale, è importante proseguire sul sentiero battuto e seguire il bosco per pochi minuti.

Museo della lana

Il Museo della lana è stato realizzato nel 1995 all’interno di un ex mattatoio. È strutturato su due sedi materiali ed è corredato anche di un archivio fotografico on line realizzato nel 2003 denominato Virtual Museum of Photography.

All’interno della sede di Calata Sant’Antonio è esposta la mostra permanente della Cultura pastorale, all’interno della quale sono esposti attrezzi in uso durante la transumanza, la lavorazione del formaggio e della lana. Nella sede della Chiesa di San Giovanni Battista è invece esposta la mostra permanente dei culti a Scanno e nella valle del Sagittario.

Il lago a forma di cuore di Scanno

Il lago di Scanno è il più grande bacino naturale dell’Abruzzo ed è il luogo ideale per praticare sport acquatici come la canoa, gite in pedalò e birdwatching. Anche i non amanti dello sport possono godersi il paesaggio del lago sdraiandosi al sole e assaporando la calma e la tranquillità che il luogo ha da offrire.

Cosa fare a Scanno

A differenza di quel che si possa immaginare, il borgo di Scanno offre numerose attrattive e c’è solo l’imbarazzo della scelta tra le proposte. Tanto per cominciare è importante la chiarezza logistica del luogo: a sinistra, dando le spalle al lago, è possibile posizionare tende per campeggiare mentre a destra c’è una zona boscosa nella quale passeggiare e scoprire i numerosi torrenti o imbandire divertenti pic-nic.

Per quest’ultima attività, soprattutto se si ha in mente una grigliata, è importante non avvicinarsi troppo agli alberi e avere la premura di recuperare le ceneri a fine pasto. Inoltre il 24 agosto è possibile ammirare i fuochi artificiali sulle acque del lago, mentre il 14 agosto si può assistere, nel borgo di Scanno, alla rievocazione storica di Ju Catenacce.

Cosa fare con i bambini a Scanno

Scanno offre numerose attrattive a portata di famiglia. Con i bambini è infatti possibile passeggiare con bici e risciò lungo il lago ma offre anche una pista da skateboard e un grande prato con parco giorni nel quale divertirsi insieme. Non mancano poi un’ampia zona attrezzata con gli asinelli

Cosa mangiare a Scanno

Ogni luogo, a maggior ragione se in Italia, offre un’imperdibile cultura gastronomica ricca di leccornie. Scarno è sicuramente patria dei prodotti caseari e in particolar modo di: pecorino, ricotta dalla buccia nera, capriccio di pecora, gregoriano e salumi aromatizzati al tartufo, aglio e vino. La carne di agnello e vitello sono due secondi tipici, così come lo è anche il coniglio alla cacciatora.

Tra i dolci sono molto gettonati i mostaccioli, dolce di mosto cotto, farina e mandorle ricoperto di glassa bianca o cioccolata.

Come arrivare a Scanno

Raggiungere il bordo di Scanno è molto semplice in auto, Basta infatti, seguire la A 25 fino all’uscita di Cocullo e proseguire poi sulla SS 479, per circa 20 chilometri. Per arrivare coi mezzi pubblici è importante avere tra i riferimenti la stazione treno di Sulmona, dalla quale parte un servizio di bus per Scanno.

Quando andare a Scanno

Uno degli interrogativi frequenti è quando pianificare il proprio viaggio. Se l’intenzione è quella di visitare Scanno allora è importante programmare il tutto nei mesi estivi e primaverili, evitando scrupolosamente i giorni festivi, durante i quali il rischio di rimanere imbottigliati nel traffico è elevatissimo.

Cosa vedere nei dintorni di Scanno

Scanno offre al suo interno una serie di luoghi e scorci paesaggistici imperdibili ma è importante sapere che a poca distanza è possibile scoprire anche il Lago d’Orta, le acqua turchesi del Lago di Cingoli e ultimo, ma non meno importante, il Parco Nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise.

Dove dormire a Scanno

Scanno offre numerosi posti nei quali dormire. Il luogo infatti non solo è corredato di zone all’aperto nelle quali poter montare una bella tenda da campeggio ma ha una capillare offerta di B&B, affittacamere, ostelli, alberghi, agriturismi. Questo permette al comune abruzzese di offrire soluzioni a portata di ogni portafogli.

Cosa non fare a Scanno

Le cose da non fare a Scanno non sono poi molte ma è bene tenerle a mente per non rovinare il soggiorno. È necessario infatti evitare di sporcare, danneggiare e appiccare fuoco o grigliate nel sottobosco, è importante spostarsi in auto e non coi mezzi pubblici così da avere maggiore libertà di movimento e non dover aspettare quei pochi bus a disposizione e infine è importante non visitarla in inverno se si soffre il freddo. Il clima rigido infatti è tra i più spietati.

Lascia un Commento

WordPress Video Lightbox