advertisement

Stresa, cosa fare e cosa vedere

Cosa vedere a Stresa
advertisement

Stresa è uno dei più famosi comuni sul Lago Maggiore che oltre ad essere la via di accesso in traghetto per le isole Borromee, è anche una piacevole cittadina da vivere e scoprire a fondo.

Grazie ai suoi numerosi ristoranti, gallerie con caffè e hotel; la cittadina si rende appetibile a molti tipi di turisti diversi e ha qualcosa da offrire ad ognuno di questi visitatori.

Dove si trova Stresa

Stresa si trova in Lombardia, non molto lontano da Milano, in provincia di Verbano ed è sulla sponda a sud ovest del Lago Maggiore, in una posizione ottimale per fare da tramite a chi si dirige verso le Isole Borromee. La cittadina è anche molto vicina alla Svizzera poiché il grande Lago Maggiore appartiene a 3 diverse province italiane e anche in parte a quest’ultima.

Cosa vedere a Stresa

Visitare Stresa è il modo ideale per godere di momenti di relax abbinati ad attività culturali e anche a bellezze naturali. La cittadina ha sicuramente nel suo pezzo forte la passeggiata del lungolago, ma ha anche un bellissimo centro storico. Da ovunque nei suoi dintorni si può ammirare il golfo Borromeo e guardando oltre le Alpi sullo sfondo.

Parco Villa Pallavicino

Pochi km a sud di Stresa si trova Villa Pallavicino, un’antica residenza che però è privata e non visitabile. Si può tuttavia visitare il parco che intorno alla villa, un enorme giardino di 30 ettari circa. Il parco contiene più di 50 specie diverse di animali, tra cui lama, capre e daini, oltre a piante rare, prati immensi e alberi di tutti i tipi. Un’attività rilassante e molto amata dai visitatori.

Isole Borromee

Le isole prendono il nome dai loro proprietari, ovvero la famiglia Borromeo di Milano che le acquistò in un periodo di ricchezza durante il quale giunsero a dominare molte parti del Lago Maggiore.

Oggi le tre isole rocciose sono capolavori ospitanti immense ville, giardini e orti botanici.

Isola Bella è la più grande, navigandoci intorno si nota come abbia la forma di una barca con una grande villa che domina la parte anteriore. Era famosa per la sua sontuosità barocca ed era il luogo dove la famiglia ospitava personaggi illustri di ogni genere, organizzando per loro sfarzose feste soprattutto nei meravigliosi giardini.

Isola Madre è invece costruita in stile inglese ed è più sobria nel complesso. La sua architettura è stata ideata per mettere in risalto i giardini. Sono presenti ben 19 giardini diversi sull’isola.

Isola dei Pescatori è l’unica tra le 3 ad avere un piccolo borgo ancora abitato, anche se è la più piccola. Storicamente i suoi abitanti si dedicano alla pesca, da ciò proviene il nome dell’isola. Probabilmente è meglio visitarla per ultima in modo da godersi una passeggiata tra i vicoli stretti, l’acquisto di souvenir e magari anche un ottimo pasto in uno dei ristoranti.

Villa Ducale

Questa villa conosciuta anche con il nome di Casa Bolongaro risale al 1700 ed è una delle più antiche ville signorili di Stresa. In passato era circondata da un enorme giardino che arrivava fino al lago, località di villeggiatura di personaggi importanti e celebri come Manzoni, poi fu ceduta dalla famiglia e trasformata in un luogo culturale e di incontro.

Oggi ospita una enorme biblioteca con più di 100.000 volumi, un centro di studi internazionale, un museo storico ed un parco. Tutto interamente visitabile.

Spiagge sul lago Maggiore

Se visitate Stresa e il Lago Maggiore nella stagione estiva, sicuramente vi verrà voglia di passare una giornata su una delle meravigliose spiagge presenti.

Non tutte sono vicinissime alla cittadina, ma sono comunque raggiungibili in poco tempo, ecco quali sono le migliori e cosa offrono.

Spiaggia 5 arcate, una spiaggia senza servizi e selvaggia, ma con l’acqua pulita e limpida con un colore unico, ottima per fare il bagno;

Spiaggia Cerro, una spiaggia pubblica con doccia in parte fatta di erba e in parte di sabbia, una delle più apprezzate dalle famiglia con bambini;

Spiaggia Reno, una spiaggia con molti servizi tra cui un hotel con terrazza, molto apprezzata dai turisti;

Spiaggia Guree, una spiaggia attrezzata con parcheggio, adatta a famiglie con bambini piccoli in quanto l’acqua rimane bassa per parecchi metri oltre la riva;

Spiaggia Fornaci, un spiaggia selvaggia e completamente naturale, piccola e fatta di sassi, l’acqua è una meraviglia, ottima per il relax tra adulti.

Giardino botanico di Villa Taranto

Sicuramente uno dei più belli e curati giardini botanici d’Italia, in questo meraviglioso luogo si possono trovare molte specie di piante comuni e rare, circa 20.000 esemplari, oltre che ammirare paesaggi e architettura tipica del luogo.

La splendida villa non è visitabile poiché ospita la Prefettura del Verbano, ma anche solo tutto ciò che c’è intorno vale decisamente la pena. Il percorso si può affrontare in diversi modi ed è anche disponibile una mappa interattiva per poterlo studiare un poco prima di iniziare la visita.

Cosa fare a Stresa

A Stresa ci sono molte altre attività da poter fare una volta terminate le passeggiate per le isole, ville, giardini e centri storici. La maggior parte di queste è legata alla splendida natura che la circonda, ne è un esempio il monte Mottarone. Con i suoi 1492 metri di altezza è la vetta più alta nei dintorni. Dall’alto si gode di un panorama sul lago eccezionale e nelle giornate più limpide si possono scorgere anche le Alpi,

La pianura Padana e il Lago d’Orta; ed è per questo che una visita alla sua cima è una delle attività più apprezzate dai turisti.

Sulla vetta è anche presente Alpyland, un parco giochi a tema dove si può sfrecciare su uno slittino montato su un percorso a rotaia, pieno di curve, dossi e cambi di pendenza simile alle montagne russe, regolando la velocità come si preferisce. Si può andare piano per godersi il panorama o veloce se si desidera un brivido di adrenalina pura.

Navigare sul lago è probabilmente l’attività più praticata, si può fare in autonomia affittando una barca o un gommone oppure con visite guidate organizzate. Le migliori viste di molte delle attrazioni si godono proprio dall’acqua, per questo è assolutamente impensabile non approfittarne.

Ci sono diversi battelli che collegano i paesi importanti tra loro, ma anche tanti tour in barca sul lago ad esempio:

  • Tour delle cave di granito;
  • Crociera al tramonto sul Lago Maggiore;
  • Tour intorno alle isole Borromee;
  • Tour dei lungolago più belli;
  • Tour delle ville più belle.

Il giardino botanico Alpinia è sicuramente un’altra attrazione naturale che merita una visita. Oltre alle numerose specie osservabili, provenienti dalle Alpi ma anche da altre parti del mondo come Giappone e Cina, il giardino è un belvedere mozzafiato e un’oasi di pure relax nelle giornate con temperature adatte.

Sicuramente tra le attività preferite di molti c’è il provare la cucina locale. Il pesce di lago e i piatti tipici regionali la fanno da padroni, ma sono buoni anche i dolci e i latticini.

Cosa fare con i bambini a Stresa

Tutte le attività descritte sopra sono adatte ad essere intraprese anche con dei bambini, potete farli divertire tranquillamente insieme a voi adulti. Molte cittadine sul lungolago organizzano festival e luna park durante l’estate e assumono animatori in grado di far passare momenti davvero piacevoli a bambini di tutte le età.

Cosa mangiare a Stresa

La gastronomia di Stresa può accontentare davvero molti palati diversi.

Vediamo quali sono i piatti più tipici del luogo.

  • Minestra di castagne e latte, si cucinano le castagne nel latte dopo averle lessate un paio d’ore ed ecco che arriva una delizia ben calda;
  • Pollo alla cacciatora, un secondo piatto tipico della zona, la carne di pollo è esaltata da ingredienti molto saporiti come cipolla, vino rosso e pomodoro;
  • Risotto al barolo, si tratta di un risotto preparato con un vino tipico buonissimo, da provare assolutamente;
  • Torcetti, deliziosi biscotti secchi a forma di bastoncino ricoperti di zucchero;
  • Torta gianduia, una torta fatta con un impasto fatto di gianduia, ripiena di crema alle nocciole e decorata con cioccolato bianco, un sapore delicato e buonissimo;
  • Toma del Mottarone, un formaggio tipico a pasta morbida realizzato con latte vaccino.

Come arrivare a Stresa

Dall’italia Stresa è facilmente raggiungibile in molti modi. In auto si può procedere in direzione di Milano e poi prendere l’autostrada dei laghi in Direzione Gravellona Toce uscendo a Carpugnino.

In treno si procede sempre verso Milano e poi si può prendere la linea Milano-Sempione con una fermata appositamente dedicata a Stresa. Gli orari dei treni sono anche in coincidenza con i traghetti e battelli che portano alle isole.

Se provenite da altre parti di Europa gli aeroporti più vicini sono sicuramente quelli di Milano.

Eventi a Stresa

Molti gli eventi che allietano soprattutto le serate estive nei pressi di Stresa e del Lago Maggiore, per la maggior parte dedicati al cinema e alla musica, tra i più famosi il festival delle settimane musicali.
Le settimane musicali, è un evento che va avanti da più di 60 anni ormai e che viene riproposto ogni anno con molto successo. Il festival presenta numerosi artisti e famosi concertisti in diverse location del Lago e del borgo di Stresa.

Quando andare a Stresa

Primavera, ed estate sono sicuramente le stagioni migliori per visitare Stresa e i luoghi intorno. Il clima del lago permette di muoversi senza soffrire troppo il caldo anche nei mesi estivi. Tuttavia merita una visita anche in pieno inverno quando l’ambiente è sicuramente più calmo e c’è poco movimento, può essere rilassante e piacevole.

Cosa vedere nei dintorni di Stresa

Ci sono molti possibili luoghi da visitare fuori Stresa, i più raggiungibili e particolari sono i borghi di Baveno e Belgirate, le Stele Preromaniche e ovviamente le isole sul Lago Maggiore.

Baveno è uno degli altri borghi più visitati sul Lago, attira i turisti soprattutto per la sua architettura religiosa e per le sue ville da visitare. Si trova a soli 3 km da Stresa.

Belgirate è un borgo piccolo ma molto suggestivo che si trova a circa 8 km da Stresa. Anche qui una delle attrazioni principali sono le ville nobiliari del XIX secolo, tra le principali Villa Treves meta ideale per molti scrittori famosi.

Le Stele Preromaniche sono nei pressi del borgo di Levo, si tratta di tombe risalenti al I secolo finemente ornate con scritte in caratteri preromanici.

Dove dormire a Stresa

Per visitare Stresa e i suoi dintorni è sicuramente ideale alloggiare nel comune. Non si trovano alloggi propriamente a buon mercato e se non si prenota molto in anticipo si rischia proprio di non trovarne, perché la cittadina è molto ambita dai turisti soprattutto stranieri, che amano i paesaggi lacustri. Ad ogni modo, alloggiare in piccoli hotel a gestione familiare è la scelta migliore per quanto riguarda il rapporto qualità prezzo e ce ne sono molti ad una distanza accettabile dal lungolago e dai luoghi di imbarco verso le Isole e le altre città.

Cosa non fare a Stresa

Se si visita Stresa non bisogna assolutamente perdersi le attrazioni sul Lago Maggiore, prime su tutti le Isole Borromee. Inoltre la cittadina non è molto grande, perciò è consigliabile non avere un itinerario stabilito mentre la si visita, piuttosto è meglio perdersi per le strade e lasciarsi guidare dall’istinto tra i vicoli del centro storico finchè non si raggiunge in qualche modo il lungolago.

Lascia un Commento

WordPress Video Lightbox