advertisement

Torino, cosa fare e cosa vedere

cosa vedere a torino
advertisement

Torino è una città dalla storia millenaria, fondata nelle vicinanze della posizione attuale dagli antichi Romani. Nel suo territorio include aree ed edifici presenti nelle liste dell’UNESCO ed è uno dei poli artistici, culturali, turistici, scientifici, universitari ed economici di tutto il paese.

Una città affascinante, ricca di cose da far e da vedere. Vediamo insieme quali.

Dove si trova Torino

Torino è il capoluogo della regione Piemonte e si trova nella parte nord-occidentale di questa, sorge in una pianura delimitata da due fiumi, al centro di una corona di monti. Dista circa 90 km dalle Alpi e 100 dalla Francia e dalla Svizzera.

Cosa vedere a Torino

La città di Torino è ricca di attrazioni artistiche di grande calibro e di ogni tipo desiderabile: chiese, monumenti, musei, parchi e molto altro. Qualsiasi persona può trovare qualcosa di interessante da visitare durante una gita a Torino.

Ci sono delle cose anche piuttosto curiose, ad esempio la “Fetta di Polenta” un edificio progettato da Alessandro Antonelli (lo stesso architetto della mole antonelliana), dalla forma molto particolare, stretto e lungo di colore giallo, somigliante appunto a una fetta di polenta.

Un altro monumento curioso e interessante da osservare è il sommergibile di Torino; si tratta di un reperto storico navale di importanti dimensioni esposto all’interno del parco del Valentino. Si può esplorare anche all’interno prenotando una visita guidata con l’Associazione dei Marinai.
Se vi piace l’arte contemporanea non potete perdervi due omaggi alla città di esposizione recente ad opera dell’artista Richi Ferrero. La prima è Le Vedette di Torino, si tratta di 3 sculture collocate sopra i tetti, ma visibili a occhio nudo dalle strade; la seconda è T’ORO, la statua del simbolo di Torino che sbuca dal pavimento all’interno del Relais Urbano di Quadrato.

Torino è anche conosciuta per la sua magia e per l’esoterismo che ispira. Per questo motivo una delle curiosità in assoluto più visitate è il Portone del Diavolo. La porta di Palazzo Trucchi di Leveldigi da sempre ispira leggende e se siete fortunati qualche abitante del luogo di passaggio ve ne racconterà una.

Il Duomo di Torino

Dedicato a San Giovanni Battista è il principale luogo di culto cattolico della città di Torino. Costruito alla fine del XV secolo l’edificio in stile rinascimentale è il luogo dove è conservata la Sacra Sindone. Il prezioso monumento venne danneggiato nel 1997 a seguito di un incendio, ma la chiesa ha poi subito un restauro durante il quale è venuta alla luce la chiesa sotterranea che oggi ospita il Museo diocesano.

La Mole Antonelliana e il Museo del Cinema

Progettata dall’architetto Alessandro Antonelli era inizialmente stata concepita come Sinagoga, in seguito fu acquistata dal comune per farne un simbolo della città. All’epoca, con i suoi 167 metri e mezzo, era l’edificio in muratura più alto d’Europa. Al suo interno è stato posizionato un ascensore panoramico che permette di salire fino al tempietto e ammirare la stupenda vista sulla città circondata dalle Alpi.

Il museo del cinema che la Mole ospita al suo interno è uno dei più importanti del mondo per la ricchezza del suo patrimonio, ma anche per la moltitudine di attività che promuove. Lo spazio all’interno del monumento simbolo di Torino è stato sfruttato egregiamente per giocare con l’audio visivo e stimolare i sensi durante una visita che sorprende ed emoziona quanto una bellissima pellicola.

Musei Reali

Uno dei complessi museali più estesi d’Europa e anche tra i più variegati per valore delle collezioni. Sono tutti situati nel cuore della città antica e propongono itinerari di storia, arte e natura che si intrecciano alla perfezione su 30.000 mq di spazio espositivo e 7 ettari di giardini. Comprendono il Palazzo Reale, l’Armeria Reale, la Biblioteca Reale, I Giardini Reali, il Museo di Antichità, la Galleria Sabauda e la Cappella della Sacra Sindone. Una visita completa richiede sicuramente un po’ di tempo.

Il Museo Egizio

Il più antico museo al mondo dedicato interamente alla cultura Egizia è ospitato all’interno del Palazzo di Via Accademia delle Scienze. L’intero percorso è enorme e si articola su 5 piani espositivi, con la collezione permanente il museo continua a finanziare scavi archeologici di grande interesse. Spesso i pezzi più importanti sono trasportati per esposizioni temporanee anche all’estero.

La Cappella della Sindone

La cappella che ha ospitayo la famosa reliquia all’interno dell’altare centrale fino all’incendio del 1997, è stata costruita nel 1578, ma è stata anche negli anni a seguire rivista da numerosi famosi architetti fino a diventare il capolavoro che è oggi. Dopo l’incidente del 1997 ha dovuto subire un lungo e complesso restauro che è terminato nel 2018 ed è oggi di nuovo completamente visitabile anche tramite il biglietto integrato dei Musei Reali.

Il Borgo Medievale ed il Parco del Valentino

Questo borgo antico è un museo a cielo aperto, realizzato appositamente per scopi espositivi ed educativi; sulle sue strade dovunque si gira lo sguardo c’è qualcosa di unico e interessante da vedere. Fa parte dei musei civici della città ed è uno dei luoghi più amati e visitati di Torino. Racchiuso oltre un ponte levatoio il borgo si snoda intorno alla via maestra, raccogliendo edifici tipici piemontesi e valdostani con botteghe artigiane tipiche, una chiesa, fontane, mura merlate e una rocca, giardini e facciate monumentali.

Il Parco del Valentino è un famoso parco pubblico di Torino che si trova sulle rive del fiume Po, nel quartiere di San Salvario a ridosso del centro storico. $21.000 mq di parco che risulta essere uno dei più apprezzati dagli italiani e dai turisti che visitano la città. Ospita un castello e molte opere artistiche e si dice che il suo nome derivi da una antica cappella dedicata a San Valentino, non più rintracciabile sul territorio del parco.

La Chiesa della Consolata

Denominata ufficialmente Chiesa di Santa Maria della Consolazione è una basilica cattolica annoverata tra i luoghi di culto più antichi della città e si trova sulla via omonima. La struttura originale era di origini paleocristiane e fu poi convertita in abbazia grazie al lavoro di molti architetti famosi nell’XI secolo. Si dice che sia avvenuto un miracolo riguardante un quadro della madonna che andò perduto e fu poi ritrovato grazie all’apparizione della stessa a un uomo cieco, al quale spiegò esattamente dove ritrovare il dipinto.
Piazza San Carlo

Questa piazza dedicata a Carlo Borromeo è anche chiamata l’elegante salotto di Torino. Si tratta sicuramente di una delle piazze più importanti della città ed è spesso teatro di concerti, manifestazioni, ed eventi vari. Al centro veglia sulla piazza una statua equestre di Emanuele Filiberto e sul lato sud sono presenti due chiese gemelle Santa Cristina e San Carlo.

In tempi recenti in occasione delle Olimpiadi la piazza è stata trasformata totalmente in area pedonale ed è ancora più valorizzata.

La Basilica di Superga

Questa basilica dedicata alla Madonna delle Grazie fu edificata sopra una antica chiesa posta sulla collina di Superga. La statua della madonna in legno è oggi conservata nella cappella del voto, chiamata così in ricordo del voto che il duca di Savoia fece durante l’assedio per liberare la città, promettendo un santuario in cambio della vittoria.

Oggi la basilica è un luogo di culto, un museo ma anche meta di appassionati sportivi che amano esplorare le colline circostanti e passeggiare tra la natura sul colle del Superga.

Palazzo Madama

Il palazzo ha accompagnato la città in molti momenti storici importanti trasformandosi da semplice porta per il passaggio in fortezza e poi in castello. Circondato da un giardino medievale, luogo di natura e calma nel cuore di Torino è anche presente una torre panoramica dalla quale si gode di una imperdibile vista sulla città. Oggi ospita le collezioni del museo civico.

Villa della Regina

Questa sfarzosa villa fu costruita su una collina torinese all’inizio del 1600 e passata di mano in mano tra le regine e duchesse che ne hanno curato gli arredi e gli ampliamenti, oltre che tenere eventi di grande importanza al suo interno. Il modello della villa è in stile romano e contiene padiglioni, grotte, giochi d’acqua, giardino, parco e zone agricole e di servizio.

L’integrità della costruzione andò perduto nel 1900 a causa di cattiva manutenzione e danni vari causati dalla guerra o da altre catastrofi; da allora la soprintendenza per i beni artistici del Piemonte se ne è occupata restaurando le parti più importanti e ricollegandola al patrimonio artistico della città.

Le Gallerie Coperte di Torino

A Torino ci sono 3 gallerie coperte, si tratta di passaggi tra i palazzi coperti da vetrate che lasciano filtrare il sole illuminando i bellissimi interni. Costruite da famosi architetti per permettere ai cittadini di passeggiare e sfruttare i negozi anche durante le giornate di pioggia. Le tre gallerie sono: Galleria Subalpina, Galleria Umberto I e Galleria San Federico.

Porta Palatina

Ritenuta il più antico e meglio conservato esempio di porta romana, questo monumento di trova nella parte settentrionale della cortina muraria della città. Nei secoli è stata più volte restaurata e riparata cercando sempre di mantenere la sua struttura originale intatta. Insieme all’antico teatro fa parte del Parco Archeologico visitabile inaugurato nel 2006.

Cosa fare a Torino

Una passeggiata per le vie di Torino può comprendere numerose attività che vi sorprenderanno e divertiranno, tutto dipende da quanto tempo avete a disposizione e da ciò che vi piace fare.

Una delle attività consigliate è assaggiare le delizie locali in uno degli antichi bar del 1800, tra specchi antichi, boiserie, tappezzeria pregiata, candelieri e piatti di porcellana. Un piccolo viaggio nel tempo.

Visitare Piazza Castello è un’altra attività piacevole, circondata su tre dei quattro lati dai famosi portici torinesi è la piazza su cui si affacciano alcune delle più importanti attrazioni della città, ad esempio il Teatro Regio, tra i più importanti teatri lirici d’Italia.

I musei e i parchi della città di Torino meritano tutti una visita, ma per visitarli occorre parecchio tempo poiché sono molti e molto grandi con una moltitudine di oggetti e opere da osservare.

Cosa fare con i bambini a Torino

Vista l’enorme quantità di musei e palazzi antichi probabilmente vi starete chiedendo se dei bambini a Torino si annoierebbero. Ci sono delle attività particolari da poter fare con loro in modo da rendere la visita piacevole per tutta la famiglia, vediamo quali.

  1. Visitare la GAM (galleria arte moderna) in cui si organizzano percorsi per avvicinare e spiegare l’arte contemporanea ai bambini, da non perdere è un divertimento anche per gli adulti.
  2. Viaggiare sulla tranvia Sassi-Superga, se avete deciso di visitare la basilica o la collina del Superga quale modo migliore di arrivarci se non tramite un affascinante viaggio in tram con i bambini?
  3. Scoprire le stelle e l’universo al planetario di Torino è un’esperienza sempre affascinante che coinvolgerà anche i più piccoli
  4. Visitare il museo del Cinema, dell’Automobile o della Juventus; a seconda di quale attività preferiscono i vostri bambini potete scegliere tra questi e molti altri musei adatti ai piccoli
  5. Visitare, correre e giocare nei parchi e nei giardini di Torino; tempo permettendo è sempre un’attività interessante per far divertire e sfogare i vostri bambini a Torino

Cosa mangiare a Torino

La cucina Torinese e Piemontese è piena di prelibatezze da gustare, i piatti più richiesti e più buoni sono:
Vitello tonnato o tonné, un antipasto tipico a base di girello di fassone marinato e bollito servito con una salsa tonnata a base di uova sode, olio, capperi e acciughe.
Agnolotti, una speciale pasta all’uovo ripiena della tradizione piemontese, rigorosamente tirata a mano e farcita con carne o verdure, da provare assolutamente.
Tajarin al tartufo bianco d’Alba, i rinomati tagliolini piemontesi incontrano il delizioso e pregiato tartufo bianco d’alba in questo primo piatto valorizzato da una noce di burro.
Brasato al barolo, la carne di fassone e il famoso vino piemontese barolo si uniscono in questo piatto dal sapore unico, cottura lenta a bagno nel vino e prelibatezza garantita.
Cioccolato, tradizionalmente Torino è una città di lavorazione e produzione del cioccolato che potrete trovare in dolci di tutte le forme ma soprattutto nei cioccolatini.

Come arrivare a Torino

Torino è facilmente raggiungibile in auto tramite ben 5 autostrade che confluiscono nella città, in treno o in autobus in una delle 5 stazioni cittadine, in aereo atterrando nel complesso Torino Airport ottimamente collegato con il centro o da Milano Malpensa dal quale partono 2 servizi navetta che in 2 ore raggiungono la città.

Eventi a Torino

Probabilmente i festival più importanti della città sono il Torino Film Festival e la Fiera del Salone del Libro, ma in città durante l’arco dell’anno si svolgono moltissimi eventi culturali e sagre da non perdere. Vediamone alcuni.

  • Festival della psicologia
  • Festival Antonio Vivaldi
  • Maratona Tutta Dritta
  • Festival Architettura in Città
  • Festival delle Colline Torinesi
  • Festa di San Giovanni e Palio dei Quartieri
  • Estate a Torino
  • Torino Danza Festival
  • Mercatini di Natale

Quando andare a Torino

Torino si trova al Nord Italia ed è perciò una città dal clima più freddo rispetto a molte altre. I mesi migliori per trovare bel tempo e temperature miti sono Aprile, Maggio, Luglio, Agosto, Settembre e Ottobre. In media i mesi con più pioggia sono Novembre, Giugno e Marzo mentre i più freddi sono Gennaio e Febbraio.

Cosa vedere nei dintorni di Torino

Il Piemonte e i dintorni di Torino sono pieni di attrazioni da visitare di ogni genere.
Per chi ama la natura ci sono l’Oasi Zegna e il Giardino Botanico di Oropa oppure una gita al Monte Bianco e la Val di Susa con il santuario di Rocciamelone. Ancora i laghi piemontesi potrebbero essere adatti per una gita durante l’estate per passare una giornata diversa fuori città.

Se invece volete puntare sull’enogastronomia potete visitare le zone delle Langhe, Roero e Monferrato, tutte famose per il vino e il cibo, non avrete difficoltà a trovare degustazioni e prodotti tipici da assaggiare.

Tutto intorno alla città sparse nel territorio si trovano anche regge dei Savoia, abbazie e fortezze da esplorare tra cui la famosa San Michele che compare nel libro di Umberto Eco Il nome della Rosa oppure altre come Novalesa, Fenestrelle o Bard.

Dove dormire a Torino

Come in ogni città le zone migliori in cui soggiornare sono quelle del centro storico, purtroppo questa zona è un po’ costosa però potete provare a risparmiare affittando un appartamento e dividendolo con più persone. Anche i B&B non sono male e sono adatti se intendete passare molto tempo fuori casa. Non ci sono comunque quartieri malfamati o con cattiva reputazione a Torino.

Cosa non fare a Torino

Una cosa che non dovreste fare a Torino e portare la vostra auto. Il centro e le attrazioni sono tutte perfettamente collegate con i mezzi pubblici o raggiungibili a piedi e sicuramente le troverete comode a partire da qualsiasi punto in cui alloggerete in città. L’auto sarebbe solo causa di stress con il traffico, le zone limitate e le vie pedonali.

Lascia un Commento

WordPress Video Lightbox