advertisement

Treviso, cosa fare e cosa vedere

Treviso veneto

Benvenuti a Treviso, una città incantevole e ricca di storia, nascosta tra le verdi pianure del Veneto. Conosciuta per i suoi pittoreschi canali e le antiche mura, Treviso è un luogo dove il passato e il presente si fondono armoniosamente, offrendo un’esperienza unica sia ai visitatori che ai suoi abitanti.

Questa città, spesso soprannominata “Piccola Venezia” per i suoi corsi d’acqua e ponti affascinanti, offre un’atmosfera tranquilla e rilassante lontana dal trambusto turistico di città più note.

La vera essenza di Treviso si svela passeggiando lungo le sue strade lastricate, scoprendo angoli nascosti e tesori architettonici. L’accoglienza dei trevigiani, con la loro calorosa ospitalità e il desiderio di condividere la bellezza della loro città, rende ogni visita ancora più speciale. C

he siate attratti dalla ricerca di arte e cultura, dall’enogastronomia di qualità o semplicemente dal desiderio di esplorare un luogo ricco di storia, Treviso vi invita a scoprire i suoi molteplici volti.

Nell’articolo che segue, vi guideremo attraverso i luoghi più emblematici e le esperienze uniche che solo Treviso può offrire. Dal cuore pulsante di Piazza dei Signori al tranquillo scorrere del Sile, preparatevi a scoprire una città che incanta ogni visitatore con il suo charme discreto e la sua vivace cultura.

Dove si trova Treviso

Situata nel cuore del Veneto, una regione nel nord-est d’Italia, questa città sorge tranquilla tra le morbide curve del fiume Sile. A breve distanza sia dalle Dolomiti che dalla costa adriatica, offre una posizione privilegiata che la rende un punto di partenza ideale per esplorare sia le montagne che il mare.

La vicinanza con Venezia, a soli 30 minuti di treno, rende facile inserire una visita in un itinerario più ampio della regione. Tuttavia, con il suo ricco patrimonio e la tranquilla vita di città, il centro storico è un mondo a parte, dove la modernità si intreccia delicatamente con la tradizione.

Treviso immagini
Treviso e dintorni mappa

Cosa vedere a Treviso

Esplorare il centro storico è come fare un viaggio nel tempo. Le vie acciottolate e i palazzi storici racchiudono secoli di storia e cultura. Uno dei primi luoghi da visitare è sicuramente Piazza dei Signori, il cuore pulsante della vita cittadina. Qui, l’antico Palazzo dei Trecento si erge come testimonianza della ricca storia medievale della città, mentre i caffè e ristoranti circostanti offrono una pausa rilassante con vista sulle architetture storiche.

Proseguendo, il Duomo con i suoi affreschi preziosi e la cripta antica invita a una riflessione sul passato artistico e spirituale del luogo. Non lontano, il Palazzo del Podestà e la Torre Civica dominano la scena, simboli del potere e dell’importanza politica di un tempo. Per gli amanti dell’arte, il complesso di Santa Caterina offre esposizioni d’arte e ritrovamenti archeologici che narrano storie di epoche remote.

Un vero gioiello nascosto è il Canale dei Buranelli, uno degli scorci più pittoreschi, dove l’acqua del fiume scorre dolcemente tra antiche case e ponti in pietra. Quest’area, una volta cuore della vita commerciale grazie ai suoi mulini e lavatoi, oggi è un luogo perfetto per una passeggiata romantica o per scattare fotografie suggestive.

Infine, le Mura di Treviso e la Penisola del Paradiso offrono una fuga nella natura senza lasciare il tessuto urbano. Queste antiche fortificazioni ora sono parte di un parco pubblico, dove residenti e visitatori possono godere di spazi verdi, percorsi per camminate e splendide viste sulle acque circostanti.

Piazza dei Signori

Cuore pulsante di Treviso, Piazza dei Signori è un incrocio vitale di storia, cultura e vita quotidiana. Questa piazza storica è circondata da eleganti palazzi che testimoniano il passato glorioso e l’influenza veneziana nella regione. Il Palazzo dei Trecento, con la sua facciata imponente, è il protagonista indiscusso della piazza. Edificato nel XIII secolo, questo palazzo era il luogo dove si riuniva il consiglio dei nobili della città, e ancora oggi è un fulcro di eventi culturali e sociali.

La piazza è animata giorno e notte, ospitando mercati all’aperto, eventi musicali e festival che attirano sia i locali che i turisti. La sera, i ristoranti e i bar che si affacciano sulla piazza si riempiono, offrendo agli ospiti l’opportunità di gustare i piatti tipici locali mentre si immergono nell’atmosfera vivace.

Con la sua architettura affascinante e le attività culturali sempre in corso, Piazza dei Signori è il luogo ideale per assaporare lo spirito autentico di Treviso e vivere la città come un locale.

Duomo

Il Duomo di Treviso, dedicato a San Pietro Apostolo, rappresenta uno dei simboli più sacri e artistici della città. Situato nel cuore del centro storico, questo complesso ecclesiastico si distingue per la sua architettura che combina elementi romanici, gotici e rinascimentali, testimoniando le diverse fasi di costruzione e ristrutturazione avvenute nei secoli. Al suo interno, i visitatori possono ammirare una serie di opere d’arte di inestimabile valore, tra cui spiccano gli affreschi e le tele di artisti del calibro di Pordenone e Tiziano.

La Cappella Malchiostro, accessibile dall’interno del Duomo, è particolarmente notevole per i suoi affreschi rinascimentali e per la cripta che ospita le reliquie di San Liberale, patrono della città. La cripta, parte più antica dell’edificio, offre un’intima visione della devozione e della storia religiosa trevigiana.

Il Duomo non è solo un luogo di culto, ma anche un punto di riferimento culturale per la comunità, ospitando regolarmente concerti di musica classica e eventi che uniscono la fede alla bellezza artistica. Visitarlo offre una profonda immersione nella spiritualità e nell’arte che hanno plasmato Treviso attraverso i secoli.

vacanza a Treviso
Cosa vedere a Treviso

Palazzo dei Trecento

Il Palazzo dei Trecento, situato in Piazza dei Signori, è uno degli edifici più iconici e storici di Treviso. Originariamente costruito nel XIII secolo come sede del consiglio maggiore della città, che era composto appunto da 300 membri, il palazzo è testimone della lunga e ricca storia politica e sociale di Treviso. Questo splendido edificio gotico, con la sua facciata imponente e le grandi arcate, è un magnifico esempio di architettura medievale veneta.

Nel corso dei secoli, il Palazzo ha subito vari restauri, specialmente dopo i danni subiti durante la Seconda Guerra Mondiale. Oggi, resta un punto focale della vita cittadina, ospitando eventi culturali, esposizioni d’arte e incontri pubblici. Internamente, le sale del palazzo sono adornate con affreschi che raccontano la storia e le tradizioni di Treviso, rendendolo un luogo vivente di memoria collettiva.

La visita al Palazzo dei Trecento offre non solo una lezione di storia, ma anche un’esperienza immersiva nell’arte e nella cultura che continua a influenzare la città fino ai giorni nostri.

Palazzo del Podestà e Torre Civica

Il Palazzo del Podestà, un tempo sede del governo della città, è un altro esempio illustre dell’architettura storica di Treviso. Situato vicino a Piazza dei Signori, questo edificio imponente risale al XII secolo e riflette l’importanza politica e amministrativa che Treviso ha avuto nel corso dei secoli. La facciata del palazzo è caratterizzata da elementi architettonici gotici e rinascimentali che si fondono in un’armonia visiva che cattura l’attenzione di chiunque passi.

Accanto al Palazzo del Podestà si erge la Torre Civica, un punto di riferimento visibile da molte parti della città. Alta 50 metri, la torre offre una vista panoramica sui tetti di Treviso e sulle sue vie storiche. Un’ascensione alla sommità della torre permette ai visitatori di ammirare un panorama mozzafiato, che estende lo sguardo fino alle prealpi venete.

Questi edifici non solo raccontano la storia di Treviso attraverso la loro architettura e le funzioni che hanno svolto, ma sono anche centri attivi di cultura, ospitando eventi e mostre che continuano ad arricchire la vita culturale della città.

visita treviso
visitare treviso

Chiesa di San Nicolò

La Chiesa di San Nicolò è uno dei gioielli architettonici di Treviso, un magnifico esempio di arte gotica che risalta nel tessuto urbano della città. Questa chiesa, edificata nel XIV secolo, si distingue per le sue proporzioni imponenti e per la sobrietà elegante delle sue linee. L’interno è spazioso e luminoso, con alte volte che si innalzano verso il cielo, creando un’atmosfera di solenne tranquillità.

Tra le opere d’arte che adornano la chiesa, spiccano gli affreschi di Tommaso da Modena, uno dei primi pittori a portare lo stile rinascimentale nel nord Italia. Particolarmente notevole è il suo ciclo di affreschi nella sala del Capitolo, dove ha ritratto una serie di monaci e studiosi, un’opera che attira studiosi e ammiratori d’arte da tutto il mondo.

La Chiesa di San Nicolò non è solo un luogo di culto, ma anche un centro di vita culturale per la città, ospitando concerti di musica classica e eventi che sottolineano il legame tra spiritualità e arte

Complesso di Santa Caterina

Il Complesso di Santa Caterina è un altro sito imperdibile per chi visita Treviso. Questo antico convento, ora trasformato in museo, racchiude una ricchezza di storia e arte che rende ogni visita un’esperienza educativa e affascinante. Situato a pochi passi dal centro storico, il complesso offre ai visitatori l’opportunità di esplorare una serie di esposizioni che variano dall’archeologia all’arte moderna.

Il cuore del complesso è la Chiesa di Santa Caterina, famosa per i suoi splendidi affreschi trecenteschi che decorano le pareti e il soffitto, opere che testimoniano la vivacità della scena artistica locale in epoche passate. Le sale del museo ospitano anche la collezione di arte sacra, che include dipinti, sculture, e manufatti che narrano la storia religiosa e culturale di Treviso e del suo territorio.

Oltre agli spazi espositivi, il complesso offre ampi cortili e giardini che sono un’oasi di pace e bellezza, ideali per riflettere sull’arte e la storia osservata all’interno o semplicemente per godersi un momento di tranquillità in un ambiente suggestivo.

Cose da vedere a treviso e dintorni
Cosa vedere a treviso e dintorni

Calmaggiore e la fontana delle Tette

Calmaggiore è una delle strade più vivaci e storiche di Treviso, un asse centrale che collega la Piazza dei Signori al Duomo. Questa via, sempre animata e piena di negozi, caffè e ristoranti, rappresenta un luogo ideale per assaporare l’atmosfera cittadina e osservare la vita quotidiana dei trevigiani.

Uno degli elementi più curiosi e discusso di Calmaggiore è la fontana delle Tette, una piccola fontana scultorea che risale al XVI secolo. La leggenda narra che durante le celebrazioni particolari, come l’elezione del Podestà, questa fontana veniva fatta sgorgare vino rosso da un seno e vino bianco dall’altro, simbolizzando l’abbondanza e l’ospitalità della città. Oggi, pur non sgorgando più vino, la fontana rimane un simbolo folkloristico di Treviso, amato dai residenti e dai visitatori per il suo valore storico e la sua singolarità.

Canale dei Buranelli

Il Canale dei Buranelli è uno degli scorci più caratteristici e fotografati di Treviso. Questo pittoresco canale deve il suo nome ai commercianti di Burano che, nei secoli passati, utilizzavano questa via d’acqua per il commercio, legando così indissolubilmente la loro presenza alla città. Le acque calme del canale, fiancheggiate da antiche case colorate e ponti in pietra, offrono una vista incantevole che sembra uscita direttamente da un dipinto.

Passeggiare lungo il Canale dei Buranelli è un’esperienza che permette di apprezzare la quiete e la bellezza nascosta di Treviso, lontano dal trambusto delle strade più frequentate. I riflessi delle case sull’acqua e la vegetazione rigogliosa creano un’atmosfera quasi magica, ideale per chi cerca momenti di tranquillità o desidera catturare con la fotocamera angoli unici e suggestivi della città.

Treviso cosa fare
Cosa fare a treviso

Mura di Treviso e Penisola del Paradiso

Le Mura di Treviso, costruite per proteggere la città durante il periodo medievale, circondano ancora gran parte del centro storico, testimoniando la sua lunga storia di difesa e resistenza. Queste imponenti strutture in cotto si estendono per chilometri, offrendo un percorso ideale per passeggiare e ammirare la città da una prospettiva unica.

Particolarmente affascinante è la Penisola del Paradiso, un’area verde che si estende lungo il fiume Sile proprio dove esso sfocia nelle mura cittadine. Questo luogo offre un rifugio tranquillo dalla vita urbana, con sentieri ombreggiati, aree pic-nic e punti panoramici che regalano vedute mozzafiato sul fiume e sulla natura circostante. È un perfetto esempio di come la natura e la storia si intreccino, creando un ambiente di pace e bellezza che arricchisce l’esperienza di chi visita Treviso.

Oltre a essere un importante luogo di interesse storico, le mura e la Penisola del Paradiso sono popolari tra gli abitanti locali per jogging, passeggiate a piedi o in bicicletta, dimostrando come questi antichi manufatti continuino a essere parte integrante della vita quotidiana della città.

Ponte di San Francesco

Poco distante, il Ponte di San Tommaso offre un’altra veduta incantevole sul Sile. Caratterizzato da una struttura più modesta ma non meno affascinante, questo ponte è amato per la sua atmosfera tranquilla e la possibilità di godere di momenti di quiete, lontano dal trambusto del centro città. La zona circostante è ricca di caffetterie e piccoli negozi che invitano a una sosta rilassante dopo una passeggiata lungo il fiume.

Ponte di San Tommaso

Il Ponte di San Tommaso è un luogo prediletto dai fotografi, grazie alle sue vedute pittoresche e alla luce che al tramonto si riflette sull’acqua, creando scenari quasi magici. È anche un punto popolare per gli appassionati di jogging e passeggiate serali, che trovano in questo angolo un perfetto equilibrio tra natura e storia.

Vicolo Dotti

Vicolo Dotti è uno dei passaggi più incantevoli e meno conosciuti di Treviso. Questo stretto vicolo, nascosto tra le vie più frequentate, offre un’atmosfera intima e quasi segreta. Le sue mura antiche sono adornate con piante rampicanti e piccoli dettagli architettonici che raccontano storie del passato. Passeggiare attraverso Vicolo Dotti è come fare un salto indietro nel tempo, scoprendo un pezzo di storia locale a ogni passo.

Frequentato principalmente dai residenti, il vicolo è un luogo ideale per chi cerca una fuga dalla frenesia urbana e desidera godersi un momento di quiete. Nonostante la sua semplicità, Vicolo Dotti cattura l’essenza di Treviso, una città che valorizza e conserva con cura i suoi tesori nascosti.

treviso cosa visitare
Cose da vedere a treviso

Il mercato del pesce

Altro luogo emblematico di Treviso è il mercato del Pesce, situato lungo uno dei canali più affascinanti della città. Questo mercato storico non è solo un punto di riferimento per gli amanti del buon cibo, ma è anche un vivace centro di socializzazione e cultura. Qui, i visitatori possono trovare una varietà di pesce fresco e altri prodotti locali, immersi in un’atmosfera che riflette la tradizione gastronomica trevigiana.

Il mercato è circondato da antichi palazzi e caffè dove i visitatori possono sedersi e assaporare piatti tipici, osservando la vita quotidiana che si svolge intorno al mercato. È un punto d’incontro per i cittadini e offre un’autentica esperienza culturale, mostrando l’importanza del cibo nella vita sociale di Treviso.

Cosa fare a Treviso

Esplorare Treviso significa immergersi in un mix affascinante di storia, cultura e natura. La città offre un’ampia varietà di attività per tutti i gusti, dalla passeggiata nelle vie storiche alla scoperta di musei e gallerie d’arte. Per gli amanti dello shopping, il centro storico è un labirinto di piccole boutique e negozi di artigianato locale che mostrano il meglio del made in Italy.

Per chi cerca un po’ di avventura all’aria aperta, il Parco Naturale Regionale del Fiume Sile è facilmente accessibile da Treviso e offre splendide opportunità per escursioni a piedi, in bicicletta o in kayak. Le acque tranquille del Sile sono perfette per una giornata di relax nella natura, esplorando la ricca biodiversità e i panorami pittoreschi lungo il suo corso.

Treviso è anche un luogo ideale per gli appassionati di enogastronomia. La città è famosa per i suoi prodotti tipici come il radicchio rosso e il prosecco. Non mancano opportunità per degustazioni di vini e tour culinari che permettono di scoprire le tradizioni locali e di assaporare i piatti tipici della cucina veneta.

Cosa fare con i bambini a Treviso

Visitar Treviso con i bambini è un’esperienza gratificante grazie alle numerose attività pensate per le famiglie. Il Parco degli Alberi Parlanti è un’avventura educativa all’aria aperta che combina divertimento e apprendimento, con percorsi tematici che raccontano storie tramite le voci degli alberi e installazioni interattive.

Per una giornata di relax, i numerosi parchi cittadini offrono spazi verdi sicuri e attrezzati per giochi e picnic. Inoltre, il Museo di Storia Naturale e l’Acquario di Treviso organizzano workshop e attività interattive che stimolano la curiosità e l’apprendimento dei più piccoli, rendendo ogni visita educativa e divertente.

Treviso cose da vedere
posti da visitare a treviso

Cosa mangiare a Treviso

La cucina di Treviso è un’espressione del territorio, ricca di ingredienti freschi e piatti tradizionali che raccontano la storia gastronomica della regione veneta. Uno dei prodotti più celebri è il radicchio rosso di Treviso, noto per il suo sapore distintivo e la sua versatilità in cucina. Questa verdura può essere gustata cruda in insalate, grigliata, o come ingrediente principale in risotti e paste.

Un altro must è il tiramisù, dolce amato in tutto il mondo che trova le sue origini proprio in questa regione. Composto da strati di savoiardi inzuppati nel caffè e coperti da una crema di mascarpone e cacao, il tiramisù offre una conclusione perfetta per ogni pasto.

Non si può parlare della cucina trevigiana senza menzionare il prosecco, il celebre vino spumante che ha guadagnato fama internazionale. Una visita a Treviso offre l’opportunità di assaggiare alcune delle migliori etichette direttamente dai produttori locali, accompagnando magari un calice di prosecco con cicchetti, piccoli stuzzichini che sono l’equivalente veneto delle tapas.

Come arrivare a Treviso

Arrivare a Treviso è facile sia in auto che in treno, grazie alla sua posizione strategica nel nord-est d’Italia. La città è ben collegata con le principali autostrade e la stazione ferroviaria offre collegamenti regolari con Venezia, Milano e altre importanti città italiane. Per chi viaggia dall’estero, l’aeroporto più vicino è quello di Venezia Marco Polo, che si trova a soli 30 minuti di auto o treno.

Per muoversi in città, Treviso offre un efficiente sistema di trasporto pubblico con autobus, e molte delle sue attrazioni sono facilmente raggiungibili a piedi dal centro storico. Noleggiare una bicicletta è un’altra ottima opzione per esplorare più liberamente, dato che Treviso è una città estremamente bike-friendly.

Eventi a Treviso

Treviso è una città che vive intensamente le sue tradizioni, ospitando durante l’anno numerosi eventi culturali, festival e celebrazioni che attirano visitatori da tutto il mondo. Uno degli eventi più noti è la Festa del Radicchio Rosso di Treviso, che si tiene in inverno e celebra questa pregiata varietà di radicchio con degustazioni, mostre e dimostrazioni culinarie.

In primavera, il Carnevale di Treviso prende vita con sfilate, maschere e eventi per famiglie, mentre in estate il Suoni di Marca Festival anima le serate con concerti live che spaziano dal jazz al rock, svolgendosi nelle storiche piazze della città.

In autunno, non si può perdere la Vendemmia del Prosecco, un’occasione per scoprire le vigne che producono uno dei vini più amati d’Italia, con tour guidati e assaggi direttamente nelle cantine.

Cose da fare a treviso
Cosa fare treviso

Clima a Treviso

Treviso gode di un clima temperato, con influenze continentali che portano inverni freddi e nebbiosi ed estati calde e umide. La primavera e l’autunno sono particolarmente piacevoli, con temperature moderate e paesaggi che cambiano colore, offrendo scenari ideali per la fotografia e le passeggiate all’aria aperta.

La pioggia è distribuita uniformemente durante l’anno, con picchi in autunno e primavera. Questo clima permette la coltivazione di prodotti agricoli unici come il radicchio rosso e contribuisce alla rigogliosità dei parchi e giardini della città, rendendoli luoghi perfetti per godere della natura.

Quando andare a Treviso

Il periodo migliore per visitare Treviso dipende dalle preferenze personali e dagli eventi che si desidera vivere. Per gli amanti della cultura e delle festività, i mesi primaverili e autunnali offrono un clima ideale e una ricca agenda di eventi. Tuttavia, per coloro che desiderano esplorare la natura e partecipare alle attività all’aperto, l’estate rimane il periodo più indicato, nonostante le temperature possano essere più elevate.

Cosa vedere nei dintorni di Treviso

I dintorni di Treviso offrono numerose opportunità per estendere la visita con escursioni che spaziano dalla natura alla storia. A breve distanza, si trova Asolo, uno dei borghi più belli d’Italia, famoso per le sue vie acciottolate e panorami mozzafiato sulla campagna veneta. Altro gioiello è Castelfranco Veneto, città natale del famoso pittore Giorgione, dove è possibile visitare il castello medievale e ammirare affreschi rinascimentali.

Per gli appassionati di vino, il tour della Strada del Prosecco è imperdibile. Questo percorso tra le colline di Valdobbiadene e Conegliano offre la possibilità di visitare cantine storiche e degustare il prosecco direttamente alla fonte, un’esperienza che unisce gusto e bellezza paesaggistica.

Cosa visitare treviso
Treviso luoghi da visitare

Dove dormire a Treviso

Treviso offre una varietà di opzioni di alloggio adatte a tutte le tasche e le esigenze. Nel centro storico si possono trovare boutique hotel e affittacamere che offrono un’esperienza immersiva nella cultura e nell’architettura della città. Per chi cerca soluzioni più economiche, ci sono numerosi B&B e ostelli che combinano comfort e convenienza.

La maggior parte delle strutture è ben posizionata per esplorare sia il centro città che le attrazioni nei dintorni, e il prezzo medio per una notte varia generalmente tra i 70 e i 120 euro, a seconda della stagione e del tipo di sistemazione.

Cosa non fare a Treviso

Infine, è importante sapere cosa evitare durante la visita a Treviso per garantire un’esperienza piacevole e rispettosa. Evitare di alimentare i piccioni in piazza, una pratica che può danneggiare i monumenti storici e l’ambiente. Inoltre, è buona norma rispettare le ore di riposo e non fare rumore eccessivo nelle ore serali, specialmente nelle zone residenziali vicino al centro.

Treviso è una città che si fonda su storia, cultura e rispetto reciproco, e mantenere un comportamento consapevole aiuta a preservare la sua bellezza e accoglienza per tutti.

Lascia un Commento

WordPress Video Lightbox